Encanto, dopo lo storico boom discografico Lin-Manuel Miranda apre al sequel

Condividi

Se al box office ha incassato ‘solo’ 246,519,189 dollari, per poi planare su Disney+, Encanto ha letteralmente riscritto la storia Billboard.
La colonna sonora del lungometraggio animato Disney è da sette settimane in testa alla classifica degli album più venduti d’America. E non è finita qui, perché We Don’t Talk About Bruno è da 5 settimane in testa alla chart dei singoli più venduti. Nessuna altra canzone tratta da un cartoon Disney è mai arrivata a tanto. Neanche Let it Go di Frozen.
E se mamma Disney si mangia le mani per non aver candidato We Don’t Talk About Bruno agli Oscar, Lin-Manuel Miranda, autore della colonna sonora, non solo si è arricchito ma ora apre per la prima volta ad un ipotetico sequel.
Intervistato da Collider, Miranda l’ha buttata lì: “Penso che ci sia modo di esplorare ulteriormente la famiglia Madrigal, visti quanti personaggi e poteri ci sono, e anche dove abbiamo lasciato la storia. Da che parte possiamo andare? Penso che sia una questione di quando e non se, e quale forma prenderà. È un altro film? È una serie? È un adattamento teatrale in cui avremo a disposizione un po’ più di tempo, perché i musical generalmente durano un’ora in più rispetto ai film? Non abbiamo discusso su quale forma prenderà, ma voglio dire, sì, sarei pronto a continuare ad esplorarlo. Amo scrivere per Dolores e Camilo. Mi piacerebbe scrivere di più per loro. Mi piacerebbe scrivere di più per Isabela”.
Insomma, Encanto tornerà con un nuovo capitolo.
Bisogna solo capire quando e in quale ‘formato’. Nel dubbio, il film è stato nominato a 3 Oscar: miglior lungometraggio animato, miglior colonna sonora e miglior canzone originale, Dos Oruguitas, che potrebbe portare Lin-Manuel Miranda a conquistare il suo primo agognato Oscar.

Autore

Articoli correlati