Ryan Fischer, il dogsitter di Lady Gaga precisa: “Mi ha aiutato così tanto”

Condividi

Settimane or sono Ryan Fischer, dogsitter di Lady Gaga che ha rischiato la vita per proteggere i bulldog francesi della popstar dal tentato sequestro di inizio 2021, ha chiesto aiuto on line con tanto di raccolta fondi, perché bisognoso di denaro. E in tanti hanno criticato proprio Lady Gaga, accusata di averlo abbandonato.
Intervistato da Gayle King di CBS Morning, Fischer ha ricordato quanto avvenuto quel giorno, difendendo la cantante.
“Ho avuto paura, ho sofferto”, ha ricordato Fischer. “Quando mi hanno puntato contro la pistola, ho avuto la sensazione che mi avrebbero sparato. “Perché, nella mia mente, ero tipo: ‘Non c’è possibilità che io non lotti per questi cani'”.
Rumor alla mano, Gaga avrebbe pagato le spese mediche del dogsitter, pari a circa 10.000 dollari, con Ryan attualmente in giro per gli Stati Uniti, in camper, per provare ad uscire dallo choc subito, per tentare di ripartire.
“Mi ha aiutato così tanto”, ha sottolineato, “è stata un’amica per me. E dopo che sono stata aggredito, la mia famiglia è stata portata in aereo da me a sue spese, e mi ha pagato dei terapisti del trauma. Sono rimasta a casa sua per mesi mentre gli amici mi confortavano, dandomi sicurezza”.
Ma ora come sono i rapporti tra Ryan e Gaga? Perché chiedere aiuto economico on line? La popstar ha smesso di aiutarlo?
“Lei è molto favorevole al mio viaggio. Penso che sia difficile per le persone capire perché qualcuno dovrebbe guarire in questo modo. Sono cresciuto cattolico, nella fede gesuita, e c’è qualcosa nel rinunciare alle proprie risorse, ai propri averi e al contribuire nei confronti della società. “So che non ha senso per molte persone, ma lei lo capisce”.
Gli aggressori di Fisher – James Jackson, 18 anni, Jaylin White, 19, e Lafayette Whaley, 27 anni – sono stati arrestati.

Autore

Articoli correlati