Britney Spears in tribunale chiede di essere libera: “Sono traumatizzata. Non sono felice, piango sempre”

Condividi

“Voglio sposarmi e avere un bambino. Volevo farmi togliere la spirale e avere un bambino, ma i miei tutori non me lo fanno fare perchè non vogliono che abbia un bambino”. “Sono traumatizzata. Non sono felice, non riesco a dormire. Sono arrabbiata, piango tutti i giorni”.

Così Britney Spears, in collegamento telefonico con il tribunale di Los Angeles, ha chiesto di tornare ad essere libera, strappando quella tutela legale che suo padre Jamie esercita dal lontano 2008.
Parole che ora dovranno essere formalizzate dal proprio avvocato, che ha però sottolineato come Britney non abbia ancora chiesto di agire. “Se Britney vuol che lo faccia, lo farò. Finora non me lo ha mai chiesto“. Nel frattempo, il movimento #FreeBritney ha ripreso forza, compattandosi dinanzi alle parole della cantante, da anni felicemente al fianco di Sam Asghari.

Autore

Articoli correlati