Heather Morris descrive Lea Michele sul set di “Glee”

Condividi

“Non so se forse siamo stati vittime di bullismo da parte di Lea. Le persone mi hanno chiesto ‘Perché non lo dici e basta?’. Ma era incinta. Noi eravamo le vittime del bullismo e il tipico atteggiamento della vittima è biasimare se stessa, ma è anche molto vero e l’unica persona che è stata onesta a riguardo fu Naya [Rivera]. Sul set era un segreto, e ora vedi tutte queste cose uscire con questi nomi più grandi che sono stati molto irrispettosi e maltrattati da sacco di persone, e la gente ha permesso che accadesse”. Avremmo assolutamente potuto fare un passo in avanti e andare dai dirigenti della Fox, dire come ci sentivamo riguardo alla situazione, ma nessuno lo ha fatto davvero. Ora, viviamo in una cultura in cui è accettabile fare cose del genere, mentre penso che molte persone all’epoca fossero molto spaventate. Lo so perché ero un membro del cast proprio come tutti gli altri, e tutti meritiamo di sentirci a nostro agio su un set. Ci siamo avvicinati tutti a Lea in certi punti, e poi non siamo stati tutti così vicini a lei. Quindi c’è quell’elemento umano per capire chi è questa persona, crescere con quella persona, vederla cercare di migliorare e prendersi cura di sè stessa dopo la morte di Cory [Monteith]. Era solo l’elefante nella stanza”.

Così Heather Morris, con estrema eleganza va detto, ha provato a descrivere Lea Michele sul set di Glee, via podcast Everything Iconic. Michele è stata travolta dalle accuse di bullismo e razzismo, negli ultimi due anni, condivise da diversi attori della storica serie Fox. Lea è nel frattempo diventata mamma e sul set non si vede più da tempo.

Autore

Articoli correlati