We Are Who We Are, il synth-pop di Lucia Manca e A Lei di Anna Oxa per la serie di Luca Guadagnino

Condividi

È andata in onda negli Usa la prima attesissima puntata di We Are Who We Are, prima serie di Luca Guadagnino dal 14 settembre in onda sulla HBO e dal prossimo 9 ottobre in Italia su Sky Atlantic.
Un pilot potentissimo, con protagonista un giovane ragazzo catapultato da New York ad una base militare USA in Veneto, con mamme lesbiche, un misterioso amore lasciato alle proprie spalle, tanti silenzi, due cuffiette sempre nelle orecchie, look stravaganti, silenzi pregni di malinconico dolore misto curiosità e coetanei da conoscere non senza difficoltà, tra identità di genere da abbracciare ancora completamente e pulsioni (omo)sessuali.
Come al suo solito Guadagnino ha dedicato ampio e accurato spazio alla colonna sonora, che a un certo punto si regala una perla come A Lei di Anna Oxa, da ballare senza fiato in una calda giornata estiva, oltre al brano Eroi di Lucia Manca, cantautrice salentina che spazia tra elegante e colto synth-pop, con la sua scrittura essenziale ma dal forte impatto immaginifico, per farci immergere emozionalmente nel complicato universo adolescenziale raccontato dalla serie.
“Eroi è la canzone regina dell’album, il manifesto etero-LGBTQ che mancava”, scriveva Rockit nel 2018 a proposito del brano estratto dall’album Maledetto e benedetto.
Eroi, scritta con Ivan Luprano e prodotta da Matilde Davoli, è un inno synth-pop alla gioia e all’amore seducente e liberatorio, spensierato ma potente e profondo al tempo stesso. Un invito sincero a vivere senza paura i propri sentimenti e la propria natura emozionale. Il brano racconta di combattenti contemporanei, che dai margini della strada trovano la propria casa, un luogo dove sentirsi accettati, al sicuro, dover poter essere sè stessi. Dove non dover nascondere o temere le diversità, ma anzi veder trionfare il mutualismo e la pluralità.

Autore

Articoli correlati