Pocahontas compie 25 anni

Condividi

Era l’estate del 1995 e nei cinema d’America usciva il 33º classico Disney, Pocahontas, unica Principessa ad avere più di un amore.
La pellicola, che in Italia arrivò solo a fine novembre, seguiva quei classici del Rinascimento Disney che sbancarono le sale e gli Oscar. La sirenetta, La Bella e la Bestia, Aladdin, Il re leone.
La lavorazione di Pocahontas durò ben 5 anni, con Howard Ashman, magnifico paroliere de La sirenetta, La Bella e la Bestia, Aladdin deceduto nel 1991 causa AIDS (occhio al meraviglioso documentario su Disney Plus, Howard, che dà parola e immagini anche all’ex fidanzato), che avrebbe dovuto scriverne i brani. I colori del vento fu la prima canzone composta dalla produzione.
Costato poco più di 50 milioni, il film ne rastrellò 346 in tutto il mondo, con critiche variegate. Gli stereotipi razziali presenti nella pellicola non passarono inosservati, persino nel 1995.
Pocahontas vinse due Oscar, per la miglior colonna sonora e per il brano Colors Of The Wind, entrambi firmati Alan Menken e Stephen Schwartz.
Io Pocahontas lo vidi al Sistina di Roma, con la mia famiglia, che all’epoca legava la proiezione della pellicola ad un piccolo show con pupazzi giganti Disney in versione musical teatrale. Altri tempi, altre meraviglie.

Autore

Articoli correlati