Diaco, “Giorgia Meloni è una donna coraggiosa, non è un fenomeno di destra, come Salvini e i loro elettori”

Condividi

A tutto c’è un limite, o almeno dovrebbe esserci.
Eppure Pierluigi Diaco, tweet dopo tweet, continua ad andare oltre quel limite.
Oggi il conduttore di Rai 1 è riuscito nella titanica impresa di ridefinire i lineamenti di Giorgia Meloni e Matteo Salvini.
La prima, che Diaco ci tiene a far sapere è ‘sua amica’, NON sarebbe un fenomeno di destra, bensì “una donna coraggiosa che su molti argomenti ha posizioni anti convenzionali e affatto ideologiche. Come del resto Matteo Salvini”, continua Diaco, “e di conseguenza i loro elettori”.
Un universo parallelo disegnato da un omosessuale cattolico, unito civilmente, elettore moderato che vota centrodestra.
E la cosa incredibile è che gente come Mario Adinolfi si attacca proprio a personaggi come Diaco per parlare di ‘gayzzazione’ di Rai 1, di ‘pensiero unico dominante’, di ‘lobby gay’ che avrebbe monopolizzato la prima rete Rai.
Se non fosse che tutta questa differenza di opinioni tra Diaco e un qualsiasi Adinolfi, non è che si trovi a occhi chiusi.
Ma è tristemente chiaro come dinanzi ad un Paese che da qui a un paio d’anni finirà in mano alla destra sovranista, spazio in tv per presentatori miracolati come Diaco ce ne sarà ancora a bizzeffe. Checché ne dica l’Auditel.

Autore

Articoli correlati