Giustizia per “Glitter” di Mariah Carey, dopo 19 anni la colonna sonora sbarca in streaming

Condividi

Il 21 settembre del 2001, ovvero 10 giorni dopo l’attacco alle Torri Gemelle, usciva nei cinema d’America Glitter con Mariah Carey.
Fu un disastro.
Costato 22 milioni, ne incassò meno di 6 in tutto il mondo.
Massacrato dalla critica trionfò ai Razzie Awards 2001, vincendo i premi come peggior film, peggior attrice, peggior attore non protagonista, peggior sceneggiatura, peggior regista, peggior film musicale dei nostri primi 25 anni e geniale peggior coppia per “il balconcino di Mariah Carey”.
Vondie Curtis-Hall, regista, non ha mai più diretto nulla per il grande schermo.


Ebbene dopo 19 anni d’attesa e una campagna durata anni al grido #JusticeForGlitter, la colonna sonora di Glitter è finalmente sbarcata in streaming.
Mariah, per l’occasione, ha indossato gli abiti social di Billie Frank (nome della protagoniata della pellicola) per pubblicizzare l’evento.

Autore

Articoli correlati