Asia Argento vs. Pechino Express: “Mi hanno pagato il minimo garantito, mi hanno fatto un gesso anni ’80”

Condividi

«Sentite questa crudeltà. Lo voglio dire, non me ne fotte un cavolo. Fatemi causa. Mi hanno pagato il mimino garantito, capito? Zero, nient’altro. Sentivo il dolore però lo so interiorizzare, lo so far implodere. Quella sera siamo tornate a casa. Mi hanno fatto un gesso antidiluviano. Non vedevo una roba del genere dagli anni 80, cose bagnate. Un gesso fatto male che mi strizzava la gamba. Torniamo in albergo e dico: “Finalmente potremo bere una birra”, ma ci chiamano per fare una pantomima di noi felici perché avevamo vinto il bonus. Mentre noi volevamo mangiare e bere, perché era un nostro diritto per avere vinto la prova, ci mandano le telecamere e ci chiedono di parlare male degli altri, delle Top. Poi la gamba dovevo tenerla su e loro mi hanno chiesto: “Scusa, puoi abbassare la gamba che si vede nell’inquadratura?”. Lì ho risposto “Mi avete rotto i coglioni”» (via DILEI.it).

Una furia.
Via diretta Instagram con Vera Gemma, Asia Argento ha attaccato a testa bassa Pechino Express e i suoi autori. La Gemma, che ha poi proseguito il gioco in quanto sopravvissuto, ha aggiunto: “Quando hanno iniziato a chiederci cosa pensavamo di tutti i concorrenti uno per uno, Asia era in agonia, con dolori atroci e a un certo punto ha detto ‘Mi avete rotto, non me ne frega niente’”.
Si attendono repliche da parte di Costantino e chissà, qualche strascico legale causa contratto di riservatezza stracciato.

Autore

Articoli correlati