GIANNI SPERTI: “non so come sia nata la voce che io sia gay”

Condividi

Gay. La voce sulla tua presunta omosessualità com’è nata?
“Non lo so. Per me non è un’offesa o una diminutio. Al massimo un complimento. Anche se lo fossi non è un argomento che fa notizia, gli outing forzati non mi sono mai piaciuti“.

Così Gianni Sperti, intervistato su Panorama da Francesco Canino, è tornato a parlare di uno dei più celebri rumor che lo riguardano. “Rifiutai la tournée mondiale di Geri Halliwell. All’epoca bramavo per farlo, ma misi l’amore al primo posto”, ha poi continuato Gianni, ex sposo di Paola Barale che ha voluto negare un’altra voce. Quella sui suoi capelli. “Scrissero che mi ero fatto un trapianto di capelli. Ne ho tanti e li curo da un bravo parrucchiere ma non l’ho mai fatto”.
Chiuderei con un’altra dichiarazione, legata alla sua presenza in qualità di opinionista a Uomini e Donne. “M’infastidiscono le prese in giro e la presunzione di chi pensa di avere di fronte dei cretini. Quando annuso l’arroganza, sbotto”.

Autore

Articoli correlati