Shawn Mendes, ‘non sono gay ma è doloroso leggerlo, vado di matto’

Condividi

«Prima di tutto, non sono gay. Secondo, che lo sia o non lo sia, non dovrebbe fare nessuna differenza».

Così Shawn Mendes, nel 2017, negò di essere omosessuale.
Passati due anni, via The Guardian, il cantante è tornato sull’argomento, facendo mea culpa per la durezza di quelle affermazioni e ampliando il discorso a tutti quei ragazzi che non hanno la sua popolarità e la sua stabilità, economica e sociale, per affrontare simili rumor.

«Per me è doloroso. Vado di matto quando le persone tirano delle conclusioni su di me perché immagino che lo facciano anche su ragazzi che non hanno il supporto che ho io. Posso solo immaginare quanto tutto ciò possa condizionare le loro vite». «Nel 2017 ero così arrabbiato, e potete notare che ancora l’argomento mi alteri parecchio, perché non penso che la gente capisca che, quando qualcuno viene da me e mi dice qualcosa di così stupido, ferisce molte altre persone. Queste persone magari non parlano, ma stanno ascoltando».

In un universo parallelo al nostro, ovviamente, se un etero venisse etichettato come omosessuale si limiterebbe a farsi una risata.

Autore

Articoli correlati