Marco Carta vs. Mahmood: ‘si contraddice sul coming out’ – VIDEO

Condividi

“No, non ho fatto coming out. Ho solo rilasciato un’intervista a un sito gay oriented. Tutto qui. Gay, etero, penso che non ci debbano essere più distinzioni di questo tipo”. “Penso che sia sbagliato, in un certo senso, parlare di queste cose. Dichiarare ‘sono gay’ non porta da nessuna parte, se non a far parlare di sé. Andare in TV da Barbara d’Urso a raccontarlo mi sembra imbarazzante. Così si torna indietro di 50 anni”.

Così Mahmood, via Vanity Fair, il 30 gennaio scorso era tornato ad affrontare il discorso ‘coming out’, da lui già preso di petto in una discutibile intervista al Corriere della Sera (“La mia è una generazione che non rileva differenze se hai la pelle di un certo colore o se ami qualcuno di un sesso o di un altro“).

Passati 2 mesi, ieri sera Barbara D’Urso ha replicato al trionfatore di Sanremo (che ha sbagliato tutto quel che si poteva sbagliare nell’affrontare l’argomento coming out) difendendo il proprio salotto: “Io quotidianamente, siccome cammino, vado nei bar, in giro, a fare la spesa come tutte le altre persone, vengo quotidianamente fermata da tantissimi ragazzi che mi ringraziano per quello che faccio, perché ci sono alcune famiglie in alcuni paesi sperduti, lontani o anche in città, che ancora non riescono ad accettare le ragazze lesbiche o i ragazzi omosessuali. E sono tante le persone che mi ringraziano. Volevo dire questo: che anche se tu Mahmood o altri abbiate il pensiero che è inutile parlare di coming out in televisone, io continuo a farlo. Mi dispiace per voi“.

A spalleggiarla Marco Carta, che fece coming out proprio dalla D’Urso: “Io ho letto queste illazioni, ognuno la pensa come vuole. Però io sono andato a pescare un articolo di lui di un anno prima dove dice “l’outing va sempre fatto, in qualsiasi modo e in qualsiasi forma, l’importante è dirlo perché dirlo è un bene”. È un po’ una contraddizione“.

“Eh ha fatto i soldi, i soldi”, ha continuato Imma Battaglia. Volano stracci.

Autore

Articoli correlati