Madonna ricorda Martine Burgoyne e Keith Haring, amici morti di AIDS

Condividi

In occasione della Giornata mondiale contro l’HIV e l’AIDS, Madonna ha voluto ricordare due grandi amici, deceduti purtroppo proprio a causa della malattia.
Ovvero Keith Haring e l’ex compagno di stanza Martin Burgoyne.
Il primo conobbe Madge nei primi anni ’80, presso la mitica Danceteria di New York.
Lui faceva il cameriere, lei stava al guardaroba.
Nel 1990 Haring, artista entrato nell’immaginario collettivo, è morto ad appena 31 anni. Madonna all’epoca annunciò che il primo appuntamento del suo Blond Ambition World Tour sarebbe stato un concerto di beneficenza proprio in sua memoria, con tutti i proventi derivanti dalla vendita di biglietti da donare a varie organizzazioni in lotta contro l’AIDS.

“Con il mio buon amico Kieth Haring. Era un grande attivista malato di AIDS quando tutti lo chiamavano il cancro dei GAY. Ero con lui il giorno della sua morte e disse che quello che lo feriva di più era il modo in cui le persone non volevano toccare le maniglie delle porte dopo che lui le aveva toccate. La discriminazione era quindi passata al livello successivo.”

Madonna ha poi ricordato l’ex coinquilino Martin Burgoyne, morto a causa di complicazioni legate all’AIDS nel 1986, all’età di appena 23 anni.
I due condividevano un appartamento nel Lower East Side di New York, prima che la cantante diventasse famosa nel 1983.

“Nel mio appartamento sul L.E.S. [Lower East Side] dove vivevo con il mio migliore amico Martin Burgoyne, morto di AIDS. Gli ho tenuto la mano mentre l’anima lasciava il suo corpo: era così bello, pieno di talento e pieno di vita come tanti altri. In quei giorni l’AIDS ha devastato tante persone e ha preso così tante vite in un batter d’occhio. Ne abbiamo fatta di strada ma non abbiamo ancora trovato una cura! Preghiamo per questo e per una maggiore tolleranza nel mondo.”

Autore

Articoli correlati