Music Farm resuscita su Canale 5? Sigla e concorrenti passati

Condividi

-music_farm_compilation_aDopo l’Isola dei Famosi, rilanciata da Mediaset dopo la cancellazione Rai, un altro indimenticato ‘reality’ di Rai 2 potrebbe resuscitare grazie a Mediaset.
Music Farm, che a detta di TvBlog sarebbe in odore di rinascita.
15 anni fa, era il 2004, la prima edizione condotta da Amadeus, seguita da due stagioni trainate da Simona Ventura.
A vincere le 3 edizioni furono Riccardo Fogli, Dolcenera e Pago, con la Ventura, rilanciata da Temptation Island Vip, che potrebbe riprendere il ‘suo’ show da dove l’aveva lasciato.
D’altronde il ‘revival’ tira e piace agli italiani, come dimostrato dalla sorpresa Ora o Mai Più, vero e proprio Music Farm ritoccato in chiave Meteore, che tanto bene ha fatto a fine primavera. Se così fosse Canale 5 diverrebbe sempre più reality-centrica, visti i già presenti Gf, GF Vip, Isola, Amici e l’imminente All together now.

Music Farm 1° edizione

1. Riccardo Fogli
2. Ivan Cattaneo
3. Ricchi e Poveri
Marco Armani
Annalisa Minetti
Fiordaliso
Loredana Bertè
Scialpi[7]
Francesca Alotta
Gianni Fiorellino
Silvia Salemi

2° edizione

1. Dolcenera
2. Fausto Leali
3. Simone
Iva Zanicchi
Mariella Nava
Francesco Baccini (espulso)
Franco Simone
Linda Valori
Mietta
Gerardina Trovato
Danny Losito

3° e ultima edizione

1. Pago
2. Massimo Di Cataldo
3. Spagna
Alberto Fortis
Laura Bono
Franco Califano
Alessandro Safina
Jenny B
Silvia Mezzanotte
Leda Battisti
Viola Valentino
Simone Patrizi

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Lorenzo Mirabile 14 Ottobre 2018 at 20:13

    chissenefregaaaaaa

  • handreas 13 Ottobre 2018 at 17:16

    a me piacque la prima edizione, la Bertè era formidabile…

  • Febo Guiscaldo Elegiaco 13 Ottobre 2018 at 12:45

    A me piaceva un sacco! Mi piacerebbe se dovesse tornare

  • Nic 13 Ottobre 2018 at 11:20

    Quel Francesco Baccini (espulso) è top. Ricordo che fu mandato via per la scuffia che prese per Dolcenera che lo fece andare completamente fuori di testa.

  • Raphaello 13 Ottobre 2018 at 10:56

    Insomma altra merda a cuocere