Sister Act 3, Whoopi Goldberg vs. Disney: ‘faranno un reboot, non hanno voluto il nostro sequel’

Condividi

Sacrilegio.
Tra i mille milioni di inutili sequel degli ultimi 20 anni, l’unico che avrebbe avuto senso, Sister Act 3, non è stato mai fatto.
Lo scorso anno Whoopi Goldberg, indimenticata Deloris Van Cartier, aveva aperto la porta all’ipotesi, facendo immaginare un clamoroso ritorno sul set in abiti da suora, 25 anni dopo il deludente sequel con Lauryn Hill.
Ebbene la mitica Goldberg, via Good Morning Britian, ha di fatto incolpato la Disney di aver affossato Sister Act 3, preferendo rilanciare il franchise con il solito cazzo di reboot.

“Siamo stati alla Disney per chiedere l’elemosina ma hanno deciso che sarebbero andati in una direzione diversa con Sister Act. Quindi non ci sarà Sister Act 3, ma una nuovissima versione di Sister Act, e immagino che apparirò mentre cammino, in una scena, per poter dire che ne ho fatto parte”.

Cara Disney, mettiamo subito le cose in chiaro.
Non ci potrà MAI essere nessun altro Sister Act, senza Whoopi Goldberg, Dame Maggie Smith, Kathy Najimy e Wendy Makkenna.
Punto.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Acidità 22 Settembre 2018 at 20:28

    Il secondo capitolo non e’ così brutto, ho visto di peggio. Ormai sono vecchie rincoglionite, meta’ di quelle suore sono venute a mancare. Non mi pare il caso di un terzo capitolo.