Simona Ventura e la chirurgia: ‘due anni fa mi vidi da Costanzo e mi misi a piangere’

Condividi

simona-ventura-costanzo-2

«Hanno tentato molte volte di abbattermi, però io non muoio mai, nel senso che rinasco dalle mie ceneri come l’araba fenice». «C’è stata una persona che in un ambiente televisivo ha detto per anni che io ero una stronza, che io trattavo male le persone che lavoravano con me. Credo che a Mediaset ce ne siano state due o tre di colleghe che abbiano fatto questo simpatico lavoretto… Tant’è che quando sono arrivata a Selfie, grazie a Maria che mi ha dato questa opportunità, vedevo che c’era nei miei confronti non dico una diffidenza, però volevano vedere come io lavoravo. Vuol dire che qualcuno ha lavorato perché si avesse di me un’idea che non era quella. Conducendo Selfie ho imparato molto sull’aspetto psicologico di un cambiamento estetico. Ho capito che della chirurgia plastica potevo farne a meno. Infatti non voglio fare più niente. C’è stato un momento, due anni fa, quando sono andata da Maurizio Costanzo. Quando mi sono guardata mi son messa a piangere. Allora lì ho detto stop».

Così Simona Ventura, da settembre conduttrice di Temptation Island Vip, si è raccontata a Francesca Fagnani per Belve, spaziando tra nemiche/amiche e chirurgia.
Immagini, quelle di quell’intervista, che parlano da sole.

ventura-l-intervista

Autore

Articoli correlati

Comments