Alessandra Celentano non ci sta e attacca: ‘non illudo i ragazzi, per danzare ci vuole un certo fisico’

Condividi

m

‘Per danzare ci vuole un certo fisico. Il ballerino lavora con il corpo, se sono in sovrappeso faccio un salto e rischio di farmi male. Se un ragazzo vuole giocare a basket a livello agonistico ma è alto un metro e sessanta non può farlo. È un discorso semplice, non viene capito. Purtroppo viviamo in un mondo di buonisti. È facile dire ‘sei un grande ballerino’ e avere l’applauso dal pubblico. Io invece faccio il bene dei ragazzi, non li illudo. E non ho mai sbagliato: gli allievi in cui ho creduto ora lavorano per grandi compagnie. Gli altri no’.

Così Alessandra Celentano, via Oggi, è tornata sulle decennali polemiche sul fisico da lei puntualmente alimentate.
C’è chi l’attacca, rimarcando il pessimo messaggio inviato ai ragazzi a casa, e chi l’applaude, sottolineandone la coerenza e la chiara sincerità. Perché se vuoi fare il ballerino devi rientrare in certi canoni. Anche estetici.
Negarlo, effettivamente, non può far altro che tramutarsi in un boomerang nei confronti dei ragazzi.
Illusi e poi abbandonati.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • nicola83 14 Aprile 2018 at 17:39

    Ha ragione la Celentano. Basta buonismo.

  • Luca 14 Aprile 2018 at 16:53

    è vero che la Celentano ha un’idea un po’ restrittiva della danza (ma del resto è lì per la danza classica e lì poco ci si scampa), però è anche vero che certi ballerini sono più la grande eccezione che la norma, quindi in un certo senso il “non li illudo” ha il suo perché

  • bredotou 14 Aprile 2018 at 14:10

    elefanti che ballano li ho visti solo in fantasia di walt disney,

  • MR 13 Aprile 2018 at 21:21

    Ha ragionissima.

  • Artik 13 Aprile 2018 at 20:19

    Oddio muoio…. non è che ha letto il mio commento sul tuo post di qualche giorno fa? L’esempio del giocatore di basket alto uno e sessanta lo avevo fatto io!! ahahahhahahahahahahah

  • Francesco 13 Aprile 2018 at 16:22

    Infatti, ha ragione la Celentano senza se e senza ma