Giovanni Ciacci a tutto campo, ‘Ivan Zazzaroni è un cretino, ora sposo un principe etiope ricco e dotato’

Condividi

Schermata 2018-03-20 alle 13.38.18

“Zazzaroni? Accetto passivamente quello che ha detto, è una sua opinione, non la condivido. Siamo nel 2018 e chissenefrega se ballo con un uomo, una donna o con un cavallo. E’ un discorso vecchio, antico, anacronistico e io ho fatto del mio ballo qualcosa di libero. Non me ne frega niente di quello che dice. Non so cosa gli sia passato nel cervello e non so come mai continui a parlare di questa cosa, si dia una calmata. Mi hanno messo in gara con un uomo, la Rai ha accettato, la accetti anche lui. Basta. Lo giudico come un cretino, un ingenuo”.
“Sono poliamoroso, ero fidanzato con due ragazzi. Ma il biondo, Stefano, mi ha lasciato il giorno prima dell’inizio della trasmissione, il moro, Pietro, mi ha lasciato per una donna. Abbiamo fatto spesso sesso in tre, certo. Un bellissimo triangolo. Sono per la libertà totale, anche a letto”. “E adesso è arrivato il principe etiope. L’ho conosciuto e lo sposo a luglio. E’ uno della casa regnante. Una sera vado a cena a Roma a girare il programma e incontro questo principe che mi fa la corte. La sera prima della puntata mi dice ‘sei pronto a sposarmi, sei stato il primo uomo a ballare con un uomo a Ballando, adesso saremo i primi uomini che si sposano in una casa reale’.
Ha 30 anni, è bello, dotato. Non compro a scatola chiusa, ci sono già andato a letto. Quando mi ricapita all’età mia, un principe, dotato, bello…”. “A me piace fare anche sesso all’aperto. Mi diverte tantissimo. Col principe l’ho già fatto sopra la sua macchina, dalle parti dello Stadio Olimpico”. “Mai stato con una donna, no, non sono lesbica, sono gay. Mai stato, assolutamente no. Ma con le donne ci ho fatto una carriera, la figa non mi fa orrore. Intanto con il ballo ho perso 23 chili, dove non è riuscita la Balivo è riuscita la Carlucci”.
“Se esiste la lobby gay? Sì, certo, ma io non non appartengo a nessuno. E non sopporto le associazioni gay. ma esiste la lobby gay. Quando scrissi il mio libro mi remarono contro. Adesso vogliono appendere il cappello sulla mia vicenda, quando fa comodo. Sono utili, ma non rompessero anche loro…”.

Così Giovanni Ciacci dai microfoni de La Zanzara, su Radio 24, tra Zazzaroni, vita privata e fantomatica lobby LGBT.
Che non esiste, purtroppo, a differenza di quelle associazioni che si fanno spesso il culo, dalla mattina alla sera, affinché omosessuali come Ciacci possano unirsi civilmente anche in Italia.
Rispetto, caro Giovanni, sempre e comunque.
Non spariamo stronzate, per piacere.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • A22 26 Marzo 2018 at 19:38

    Non ha tutti i torti. Da omosessuale non parteciperei mai a un Gay Pride in mezzo ai carri con gente che sculetta. Mi farebbe schifo

  • Marco 23 Marzo 2018 at 3:30

    Ecco balla con un cavallo allora coglione

  • Clauclau 22 Marzo 2018 at 13:26

    Patético (non perché balla con Raimondo), vuoto, totalmente lontano dal punto X della questione, guardasse il documentário di Marscha P. Jonhson e Sylvia Rivera chissá magarí imparasse qualcosa riguardo la militanza e sua importanza. P.s. Lobby si certo c’é tant’é che abbiamo tutti i nostri diritti, anzi, piu diritti degli altri, non siamo attaccati, umiliati, uccisi soltanto per essere LGBTQ. Ripeto PATETICO!

  • Alita 21 Marzo 2018 at 5:55

    BRAVO!
    Convengo con lui al 100%.
    Visto di sfuggita qualche volta e non pensavo fosse così figo.
    E comunque “fantomatica lobby LGBT” un cazzo, esiste è sotto i vostri occhi ma non riuscite a rendervene conto.
    Difendete tutto ciò che è LGBT a spada tratta (perdendo la capacità di selezionare e giudicare) mentre qualche paraculo specula sulle vostre storie, le vostre vite e i vostri tesseramenti.

  • Jonikal 20 Marzo 2018 at 21:32

    beh, dai, lì lo sono un pò tutti, “macchiette”, anche solo per “forza di cose”

  • Josh Bast 20 Marzo 2018 at 21:25

    Ma io un’intervista del genere la censurerei. Orrenda, se la poteva risparmiare, ennesimo gay che spala schifo sul mondo gay. Ma che motivo c’è di dire che faceva sesso a 3 o altre cose. Bho, grazie a persone del genere il mondo gay è così bistrattato.

  • Tappatele la bocca! 20 Marzo 2018 at 21:09

    Questo tizio con le sue esternazioni cretine fa tornare la comunità LGBT indietro di 20 anni.
    Ma sempre queste checche imbecilli mandano in tv? Malgioglio, Signorini, Mastelloni, Solange, adesso questa scema. Ma è possibile? Ma porca troia…

  • Mr. Radio 20 Marzo 2018 at 20:29

    non sopporta le associazioni gay?!?!?

    Caro Ciacci, è anche grazie a queste associazioni che in Italia abbiamo qualche straccio di diritto.

  • Julus 20 Marzo 2018 at 20:11

    Proprio perchè noi gay siamo uguali a tutti gli altri, esistono anche gay volgari come questo Ciacci, nè più nè meno come tanti etero. Ma l’omofobia è un sentimento talmente schifoso e abietto che è in grado di nobilitare il gay più insopportabile Un tipo come Ciacci è quanto di più lontano da me, col quale non mi sento di avere proprio nulla in comune, ma nel momento in cui viene colpito da omofobia improvvisamante mi sento solidale con lui.

  • antonio sanna 20 Marzo 2018 at 18:44

    Ma chi ci crede che si sposa a luglio con un ricco principe etiope??? Con tutti quelli che potrebbe avere sceglie proprio sto coglione antipatico??? cioè fino a un mese fa stava con due contemporaneamente e in 4 e 4 otto incontra sto fantomatico principe e a luglio si sposano??? se se certo…ammmmore proprio….che personaggio squallido….

  • Nic 20 Marzo 2018 at 18:23

    Sono molto amareggiato da questa seconda intervista che fa trasparire in Ciacci la profondità di una pozzanghera! Non mi aspettavo che i suoi discorsi virassero sulle affinità elettive ma questa marchetta sul suo matrimonio affrettato profittando della polemica con Zazzaroni se la poteva pure risparmiare. Ora è davvero difficile prendere le parti. Anzi, direi partita patta ( la patta dei pantaloni del principe!).

  • Jonikal 20 Marzo 2018 at 17:48

    a un certo punto il rispetto, quello vero, bisogna anche meritarselo

  • Marco 20 Marzo 2018 at 17:02

    “chissenefrega se ballo con un uomo, una donna o con un cavallo”, concordo pienamente. Per il resto dell’intervista, bah si vede proprio che siamo in una società di esibizionisti.

  • KSABA dalla Stronzia 20 Marzo 2018 at 16:07

    Sei un grande, e condivido tutto

  • Mario brega 20 Marzo 2018 at 15:54

    Ho sempre sostenuto che il problema dei gay in Italia per la gran parte sia alimentato dai gay stessi. Capaci solo di difendere il loro modo di essere diversi e non la diversità in generale. Non si fanno battaglie per l’integrazione di se stessi ma per l’integrazione della diversità. Lui è squallido, come sono squallidi tanti etero del mondo dello spettacolo la differenza è che lui ha potuto esprimere la sua opinione solo grazie alla associazioni che tanto critica. Proprio in nome della nostra lotta dovremo criticarlo in quanto squallido arrivista piuttosto che come gay.

  • Greta 20 Marzo 2018 at 15:53

    Il più pulito c’ha la rogna.
    Un coglione che non può giudicare esteticamente due uomini che ballano e un altro più coglione che deve sottolineare quanto il suo principe abbia la minchia grossa.
    Che gente di merda.

  • Personcina 20 Marzo 2018 at 15:27

    A Ciacci, ma vaffanculo, va.

  • Nobody 20 Marzo 2018 at 14:50

    Ciacci e Zazzaroni, la nuova coppia di coglioni. Non so se sia peggio l’anacronistico Zazza’ o il troppo avantih Ciacci, tra i due scelgo la terza via…l’Anarchia. Spegnere la TV!!!

    (I don’t want no lies / I don’t watch TV / I don’t waste my time / Won’t read a magazine / I sleep much better at night / I feel closer to the light / Now I’m gonna try / To improve my life )