Storie Maledette, boom Auditel e Franca Leosini ringrazia la comunità LGBT

Condividi

29387177_10215948469287393_8142179355129282560_n

Una 2° puntata storica, quella andata in onda ieri sera su Rai 3, per Storie Maledette.
1.877.000 telespettatori e uno share dell’8.1%. Mai Franca Leosini era andata incontro ad un simile bagno di pubblico, superando i 1.855.000 telespettatori, con il 7.5% di share, della scorsa settimana.
La chiusura del ‘Caso Scazzi’ è stata ancora una volta straordinariamente angosciante, con 3° e ultimo appuntamento a domenica prossima e sentito ringraziamento alla comunità LGBT che da sempre la venera.
Franca Leosini Regina LGBT ad Honorem.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Marco 21 Marzo 2018 at 3:07

    Sicuro in carcere non ci sono innocenti, semmai dovrebbe andarci anche Misseri però- Sabrina e Cosima non mi pare che si distruggano dal pianto e dal dolore perchè sono dentro per sbaglio.

  • serenity 20 Marzo 2018 at 11:09

    Il caso della Reggiani lo conosco poco, hai ragione anche tu, ma credo che l’ibcapacità di esprimere i concetti in maniera chiara abbia votato a sfavore delle due di Avetrana. E ricordiamoci c’è sempre l’eccezione che conferma la regola.

  • serenity 20 Marzo 2018 at 11:07

    Marco onestamente guardando le puntate prove inconfutabili non ce ne sono. Non è stata trovata “la pistola fumante” passami la metafora, ne il sangue sulle mani. Sembrano una serie di chiacchiere di paese, l’inividia la gelosia e gente che dice una cosa poi un’altra, cose confuse. Fatto: la Scazzi è entrata in quella casa viva e ne è uscta morta. Misseri Michele ha indicato il luogo dove era il cadavere, tutto il resto è una ricostruzione lacunosa, basata su espedienti. La verità non è mai uscita fuori. Altra cosa che mi lascia perplessa: i parenti sono tutti dalla parte di sabrina e Cosima, mi pare molto strano.

  • Marco 20 Marzo 2018 at 3:50

    Mmm no ho visto la partita. Rosica merda.

  • bredotou 20 Marzo 2018 at 1:25

    a parte i commenti su twitter che da soli valgono il 70% del programma, mi ha lasciato perplesso scoprire che in Italia la giustizia funziona all’inverso: si è colpevoli fino a prova contraria. perchè mi è parso di capire che qui, di prove schiaccianti, non se ne siano trovate. si è condannato per deduzione. da brividi.

  • H8 20 Marzo 2018 at 0:08

    Eh si, poraccia… quella che ha strangolato però

  • Ma taci! 20 Marzo 2018 at 0:07

    Inserisciti allora pure tu, sei uno degli spalamerda ufficiali di questo (e altri blog), simpatico come un fico d’india sulle palle…

  • Fabulouso 19 Marzo 2018 at 20:07

    Purtroppo l’account si è rivelato un fake ed è stato rimosso: https://twitter.com/Raiofficialnews/status/975682424200888320

  • Marco 19 Marzo 2018 at 17:51

    Quale sarebbe l’innocente in galera?

  • Marco 19 Marzo 2018 at 17:49

    Appunto

  • Marco 19 Marzo 2018 at 17:49

    Di quell’8% il 6% sono froci che passano il tempo a vedere le merdate della D’Urso, i cazzi usuoi blog, le gif su telegram, e la vita sui social a sputare merda. Non è assolutamente un dato reale specialmente in una serata con Federer – Delpotro, Lazio e Napoli, Fazio su Rai1 e Le Iene.

    Ma chi ci crede?

  • Una Basica a Las Vegas 19 Marzo 2018 at 17:19

    A me spiace soprattutto per Cosima, una donna che ha lavorato come un mulo tutta la vita e non ha mai potuto veramente gioire per godersi la vita. Ora passerà il resto della vita in carcere. Poraccia.

  • Una Basica a Las Vegas 19 Marzo 2018 at 17:17

    Penso che l’ergastolo sia esagerato proprio in mancanza di prove schiaccianti, ma cmq sia uno di loro 3 ha sicuramente ucciso la povera Sarah.

  • Una Basica a Las Vegas 19 Marzo 2018 at 17:16

    Vorrei tanto che fosse così, invece…

  • Una Basica a Las Vegas 19 Marzo 2018 at 17:15

    Lunga vita a Franca! Orgoglio nazionale!

  • Giò 19 Marzo 2018 at 17:00

    Beh, fa bene a ringraziare. Praticamente deve il suo stipendio al seguito ed ai commenti stupidi della comunità LGBT

  • serenity 19 Marzo 2018 at 15:42

    Vista la puntata, anzi le due puntate. Mi ha lasciata piena di angoscia, e con un senso di ingiustizia. Il fioraio che ha detto di aver visto Cosima e poi ha ritrattato, il classico spaccone che per farsi bello con la tipa che si vuole bombare spara la cazzata più grossa della sua vita e poi non riesce a ritrattare. Non ho parole davvero, meglio un colpevole fuori dal carcere che un innocente in galera. E’ proprio vero: credo che la colpevole sia stata decisa a tavolino per accontentare l’opinione pubblica.

    Altra cosa inquietante: tutti su teitter a prendere in giro lo scarso italiano di Cosima e Sabrina, persone umili e con una scarsa istruzione, mi chiedo: se fossero state due borghesi milanesi sarebbero state condannate? Non credo proprio.

  • trainwreck 19 Marzo 2018 at 14:39

    Ahimè è proprio così. Un processo basato sul nulla. Si trova gran parte del processo anche in Un giorno in pretura.

  • MR 19 Marzo 2018 at 14:32

    Secondo me Sabrina e Cosima ultra innocenti.

  • Signorino tumistufi 19 Marzo 2018 at 13:42

    Parlare di meravigliose storie umane…direi che è troppo

  • abiqualcosa 19 Marzo 2018 at 11:35

    Io spero che sia stata una ricostruzione solo parziale, perchè altrimenti quei 2 ergastoli sono basati su praticamente il nulla.