Sanremo 2018, – 16: omaggio ai brani sottovalutati: Amore Stella di Donatella Rettore

Condividi

Si torna al Festival del 1986 per l’omaggio quotidiano ai brani sanremesi sottovalutati e/o presto dimenticati.
Un’edizione presentata da Loretta Goggi in collaborazione con Anna Pettinelli, Mauro Micheloni e Sergio Mancinelli, vinta da Eros Ramazzotti con Adesso tu davanti a Il Clarinetto di Renzo Arbore.
Vergognosamente tredicesima una spiazzante Donatella Rettore con la bellissima Amore Stella.
Dstinata originariamente a Viola Valentino, scartata dalle commissioni selezionatrici, la canzone passò tra le spalle ‘spaziali’ della Rettore, 8 anni dopo nuovamente sottovalutata con Di notte specialmente (solo decima).

Omaggio a Un amore di Plastica di Carmen Consoli

Omaggio a Morirò d’Amore di Giuni Russo

Omaggio a Ricordi del Cuore di Antonella Arancio

Omaggio a Sempre di Lisa

Omaggio a Dedicato a Te dei Matia Bazar

Omaggio a Come una Turandot di Irene Fargo

Omaggio a Rivoglio la mia vita di Lighea

Omaggio a Le Voci dentro di Gloria

Omaggio a Gli Uomini di Mariella Nava

Omaggio a I giardini d’Alhambra dei Baraonna

Omaggio a Il Terzo Fuochista di Tosca

Omaggio a Dopo la Tempesta di Marcella Bella

Omaggio a Una bella Canzone di Flavia Fortunato

Omaggio a I Giorni dell’Armonia di Patty Pravo

Omaggio a Amore Stella di Donatella Rettore

Omaggio a Ore e Ore di Valeria Vaglio

Omaggio a Stato di Calma Apparente di Paola Turci

Omaggio a Romantici di Viola Valentino

Omaggio a Luna in Piena di Nada

 Accidenti a Te di Fiordaliso

Omaggio a Baciami Adesso di Mietta

Omaggio ad Amici non ne ho di Loredana Bertè

Omaggio a I Giorni dell’Armonia di Patty Pravo

Autore

Articoli correlati

Comments

  • LatinaGaia 22 Gennaio 2018 at 16:32

    Magica Rettore!

  • Gelido 22 Gennaio 2018 at 12:53

    condivido in pieno… una canzone che ascolto ancora oggi!

  • ziaassunta 21 Gennaio 2018 at 22:01

    mi ricordo che mi ero fatta una camicetta come lei……

  • Verderiò 21 Gennaio 2018 at 18:34

    Da Sanremo ’86 varrebbe la pena di ripescare anche BRIVIDI di Rossana Casale…Che l’anno dopo avrebbe fatto il bis con l’altrettanto sottovalutata DESTINO, ancor più bella e sofisticata. Oggi purtroppo è diventata inascoltabile, canta con le adenoidi, ma allora aveva un timbro cristallino e soprattutto autori di prim’ordine.

  • CONTROCORRENTE 21 Gennaio 2018 at 13:56

    altre canzoni belle di quell’edizione: Re della Berte’ – Lei verra’ di Mango – e poi ricordo che a spuntarla tra le altre donne (Rettore-Oxa-Berte’-Fiordaliso) fu Marcella che arrivo’ 3a con Senza un briciolo di testa… una canzane che quando la risento.. solo dall’attacco iniziale..mi riporta in pieni anni 80

  • CONTROCORRENTE 21 Gennaio 2018 at 13:49

    considero quel Sanremo dell’86..il migliore mai visto… la consacrazione di Ramazzotti-lo scandalo dei doppi sensi di Arbore-il pancione della Berte’-le ali della Rettore- l’ombelico della Oxa- il festival condotto per la 1a volta da una donna …. insomma dal punto di vista mediatico fu’ una bomba.. ma di certo non costruito sugli ospiti o sulle sensazionalita’.. In quegli anni Sanremo si guardava ancora dall’inizio alla fine per i cantanti !!!!