Mario Adinolfi a Povia, “candidati col Popolo della Famiglia, hai fatto la storia della musica italiana”

Condividi

adinolfi

“Mi farebbe molto piacere. Se lui ha desiderio di venire con noi, bussi e gli sarà aperto. Peraltro, Povia è molto amico di Gianfranco Amato, che è il segretario nazionale del Popolo della Famiglia. Se lui volesse, saremmo assolutamente disponibili. A me piacciono le persone che mettono la faccia sulle loro idee. Io non condivido tutto quello che pensa Povia, ma lui mi piace, perché rischia e paga di persona“. “Ci sono pochi esempi come Povia del modo con cui si paga di persona per le proprie idee. Lui ha vinto il Festival di Sanremo, è stato nel cuore di un sistema dove poteva stare in modo molto comodo, ma poi per una sua idea è stato completamente rimosso e bersagliato. Povia ha pagato per le sue idee in maniera così violenta. Merita rispetto, lo apprezzo come persona e anche musicalmente. ‘I bambini fanno oh’, ‘Il piccione’ sono canzoni che abbiamo nella testa un po’ tutti. Non penso che nessuno non conosca ‘I bambini fanno oh’. E questo significa che Povia è un cantante di musica popolare che ha fatto la storia della musica italiana“.

Così Mario Adinolfi, via Radio Cusano Campus, ha deciso de facce ride a crepapelle, lanciando la candidatura di Povia e ribadendo la candidatura di Silvana de Mari, indagata dalla procura di Torino per diffamazione aggravata dalla finalità della discriminazione e dell’istigazione all’odio razziale.

Con un governo del Popolo della Famiglia Silvana de Mari fa assolutamente il ministro della Salute, come minimo. Potrebbe anche essere il primo presidente della Repubblica donna. Sarebbe un grande presidente. Ho conosciuto poche persone nella mia vita nette e chiare come Silvana De Mari. Bisogna avere coraggio per finire sotto indagine per le proprie idee. Per questo è candidata capolista del Popolo della Famiglia al Senato, a Torino. Stiamo raccogliendo le firme, anche per candidare lei. Noi siamo quelli là, quelli che stanno pagando un prezzo vero, cioè processi penali e massacri personali, per le idee che professiamo. Questo è il Popolo della Famiglia”.

Disse colui che guida un partito da prefisso telefonico nei sondaggi. Un Governo del Popolo della Famiglia.  Certo, come no.

marmotta

Autore

Articoli correlati

Comments

  • lorenzino 17 Gennaio 2018 at 13:44

    considerando che si tratta del commento di un simpaticone che con cadenza trimestrale si diverte a scrivere a nome mio, immagino che questo suo amore per povia non si debba prendere sul serio.
    almeno spero sia così, per lui intendo…

  • nicola83 17 Gennaio 2018 at 2:00

    Ragazzi, lungi da me fare ironia facile sul peso di una persona ma… quanto è grasso questo tipo? Probabilmente non riesce a fare tre passi in croce…

  • nicola83 17 Gennaio 2018 at 1:58

    Curati. Vai da uno bravo.

  • Mostro 13 Gennaio 2018 at 0:56

    Fatto la storia scrivendo la canzone più stupida del mondo

  • lorenzino 12 Gennaio 2018 at 10:28

    io lo amo lo trovo anche sexy

  • lorsi 12 Gennaio 2018 at 9:49

    Povia… Povia… Povia… chi era costui? Non ricordo.

  • SecondoMarco 11 Gennaio 2018 at 21:13

    Qualcuno tappi la bocca di questo stupido inutile malato e sgraziato figuro.
    Direi di cominciare a non parlarne proprio più, non dedicategli articoli, dimentichiamolo per favore…. siamo troppo brillanti per perdere tutto questo tempo.

  • ziaassunta 11 Gennaio 2018 at 21:04

    si candidate Povia così non vi vota nessuno.

  • lorenzino 11 Gennaio 2018 at 19:34

    certo, come no, tutto molto realistico e realizzabile. er prefisso presidente del consiglio, povia alla cultura, quell’altra scema alla sanità e poi cosa? le gemelle kessler alle infrastrutture, topo gigio all’ambiente, paolo brosio ministro dell’interno e abbiamo calato il poker.
    il poker, adinolfi… hai presente?