Ogni mese un centinaio di gay si fanno sbiancare il pene in Thailandia

Condividi

tina-cipollari-esco

Dopo lo sbiancamento anale, must di qualche anno fa, siamo passati allo sbiancamento pubico.
Ebbene sì.
Circa 100 uomini al mese si stanno facendo sbiancare l’uccello all’ospedale Lelux di Bangkok, che utilizza un laser ad hoc per sbianchettare la ciolla.
La maggior parte dei pazienti sarebbero gay, in un’età compresa tra i 22 e i 55 anni.
Bunthita Wattanasiri, responsabile di tale procedura, ha così commentato il tutto alla AFP: “In questi giorni molte persone ce lo chiedono. Abbiamo circa 100 pazienti al mese, dai tre ai quattro clienti al giorno. Dobbiamo stare attenti perché è una parte sensibile del corpo”.

La procedura, che dura cinque sessioni, costa 539,88 euro.
Pochi mesi fa l’ospedale aveva dato il via allo sbiancamento vaginale, per poi passare al lato A maschile.
Tra i possibili effetti collaterali ci sono l’ovvio dolore, infiammazione e cicatrici. Però voi mette un cazzo rosa porcello.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Demis 6 Gennaio 2018 at 2:04

    In un articolo precedente si parlava di Giacomo Urtis in vacanza in Thaliandia e ora leggo questa notizia… Coincidenze? Forse dovremmo dedurre qualcosa? ;-P

  • Fatinah 5 Gennaio 2018 at 23:34

    Ti amo, volevo scrivere lo stesso commento. Sembrano uccelli in necrosi pronti a staccarsi

  • Una Basica a Las Vegas 5 Gennaio 2018 at 20:55

    zitta e prendilo in bocca che ti piace <3

  • alcor 5 Gennaio 2018 at 20:43

    Giustamente, il nero sfina, meglio schiarire!

  • LaShakira 5 Gennaio 2018 at 19:13

    Beh effettivamente sono brutti i peni scuri in un corpo chiaro sembrano andati a male e sporchi mai piaciuti

  • Nicola 5 Gennaio 2018 at 19:08

    Mio marito ha un bel pisello scuro e gli taglio la testa se se lo candeggia. Certo accettarsi così come natura ci ha fatti, mai…

  • Personcina 5 Gennaio 2018 at 18:45

    A leggere ‘ste notizie a me si sbianca la faccia (e mi cascano le palle).