Paul Sorvino, il padre di Mira attacca Harvey Weinstein: ‘se lo incontro lo uccido quel figlio di put*ana’

Condividi

“Se dovessi incontrarlo per strada penso che si ritroverebbe, in qualche modo e magicamente, per terra. Dovrebbe sperare di andare in prigione. Lo farà sicuramente”. “Sarebbe meglio per lui se andasse in carcere perché se non accadesse dovrebbe incontrarmi. E ucciderei quel figlio di puttana. Se avessi saputo quanto accaduto ora non potrebbe camminare. Sarebbe in una sedia a rotelle”. “Mia figlia è una persona meravigliosa e non merita di essere stata trattata in quel modo da questo maiale. Quindi quel porco avrà la sua punizione. Andrà in prigione e morirà dietro le sbarre, ma se non lo farà... ‘Harvey, vieni qui, ho delle notizie per te!'”.

Così Paul Sorvino, grande caratterista nonché classico ‘mafioso del cinema americano’, è andato all’attacco di Harvey Weinstein, colpevole di aver affondato la carriera della figlia Mira, letteralmente scomparsa dopo l’Oscar vinto con La Dea dell’Amore e i rifiuti alle lusinghe sessuali del potente produttore.
Figlio di Ford Sorvino, originario di Napoli, e di Angela Renzi, originaria di Casacalenda, in provincia di Campobasso, quel bravo ragazzo di Paul Sorvino fa paura.
Ergo, porco di un Weinstein, st’attento a te.

Autore

Articoli correlati