Alex e Luca, ci sarà un unico funerale per i due ragazzi di Vicenza – il ricordo di Marco Carta

Condividi

Schermata 2018-01-03 alle 09.49.06

Si amavano da un anno e mezzo, sono morti nello stesso letto poco dopo Capodanno e avranno un unico funerale, Alex Ferrari e Luca Bortolaso, i due 21enni di Vicenza deceduti a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.
Come riportato da Repubblica, per volere dei familiari il rito funebre si terrà domani pomeriggio, 5 gennaio, ad Arzignano (Vicenza), nella chiesa di San Giovanni Battista.
Un unico rito funebre, com’è giusto che sia, per due 21enni che si amavano e che alcuni quotidiani nazionali hanno etichettato come ‘amici’, neanche fosse proibito parlare di ‘fidanzati’.
Don Roberto Castegnaro, che domani terrà il rito funebre, non si è certamente tirato indietro dinanzi ad un funerale ‘di coppia’.
“Vivremo la triste giornata di domani come il saluto a due ragazzi giovani morti in montagna. Non ho conosciuto Luca e Alex, sono qui da poco e ho cinque parrocchie da gestire. Ho accettato di tenere la funzione e solo dopo ho saputo che si trattasse di una coppia omosessuale, ma per me non cambia nulla. Ripeto, è il dramma di due esistenze spezzate troppo presto e dovrò impegnarmi per diffondere il messaggio di fede in un momento così tragico”. “Penserò all’omelia solo dopo aver conosciuto e parlato con la famiglia di Luca, che incontrerò questo pomeriggio. In base a questo sceglierò dai testi sacri le letture che possano aiutare a confortare chi domani sarà a piangere la scomparsa di questi due ragazzi”.
A salutare Luca, sui social, Marco Carta, mentre la mamma del ragazzo, su Facebook, ha così ricordato il figlio appena scomparso: ‘Erano fidanzati… E lo saranno per sempre. Mio figlio non si è mai nascosto. I sentimenti li ha sempre dimostrati a faccia alta, e Alex idem’.

Schermata 2018-01-04 alle 14.36.13

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Leore 5 Gennaio 2018 at 3:03

    ok ma lo trovo cmq di cattivo gusto

  • Leore 5 Gennaio 2018 at 3:02

    ah marco (o amica del cuore di marco)… https://uploads.disquscdn.com/images/3c89f59dfb363a9867d7dc3f3af47ae39d7a13f47ccc92d292c6ad6f4b85717b.gif

  • Sneg 4 Gennaio 2018 at 23:11

    Non ci sono parole…

  • Jack Poko 4 Gennaio 2018 at 22:46

    Poi ti cadono le braccia, per non dire altro, quando leggi sulla homepage del gazzettino.it che li cita come “due ragazzi, tra loro legati da un’amicizia molto profonda”. Ecco la meschinità e il perbenismo veneto al limite della denuncia e dell’omofobia indotta.

  • iconic 4 Gennaio 2018 at 20:48

    Mi si spezza il cuore per questa storia, veramente.

  • Damiano 4 Gennaio 2018 at 20:12

    DEMENTE Luca Cartino era il nick name che usava fin da piccolo per scrivere nelle pagine e nei gruppi di Marco, capisco che sei una persona talmente raccapricciante che non ti fermi nemmeno difronte alla morte di due giovani ragazzi pur di criticare la tua ossessione

  • DDAANN 4 Gennaio 2018 at 19:43

    Su Facebook Luca, fino a pochi mesi fa, era iscritto con il nome “Lucka Cartino”

  • Leore 4 Gennaio 2018 at 18:23

    certo carta poteva evitare di chiamarlo “cartino”, che egocentrico…

  • Marisa Passera 4 Gennaio 2018 at 16:20

    Mi sono venute proprio le lacrime…