Conchita Wurst canta “This Is Me” da “The Greatest Showman” – il video

Condividi

Direttamente dal festone di Capodanno di Berlino, Conchita Wurst omaggia la meravigliosa “This Is Me”, canzone portante del musical “The Greatest Showman”, rimarcandone il significato dall’alto del proprio personaggio. Orgogliosamente ‘diverso’.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • anonimo 4 Gennaio 2018 at 14:59

    Ben vengano i cosiddetti gay “normali”, che danno anche un’immagine sobria e rassicurante alla gente, ma nessuno tocchi però i cosiddetti “fenomeni da baraccone”, che comunque sono gli unici che si sono esposti per secoli dando così visibilità a un mondo, quello gay, che in tutto il pianeta veniva o ignorato o perseguitato. Anche loro ne fanno parte ed è sacrosanto siano liberi di esprimersi senza censure o critiche, soprattutto da parte di chi è gay e che se ora può esporsi più liberamente è anche grazie a tutti i “baracconi” dello spettacolo, ai gay pride e ai tanti effemminati uccisi barbaramente! Dovresti essere il primo a non giudicare visto che siamo tutti vittime di giudizi continui in quanto gay e aprire la mente a TUTTE le diversità, non solo quelle “presentabili” perchè ti fanno più comodo.

  • Aran Banjo 3 Gennaio 2018 at 16:51

    preferisco chi è gay ogni giorno nella normalità e nelle difficoltà quotidiane. Essere un fenomeno da baraccone è facile

  • anonimo 3 Gennaio 2018 at 13:42

    Hai letto che ho scritto? E’ il messaggio che da quello che conta, e se se ne parla per suscitare un dibattito sull’apertura mentale della gente e l’accettazione, ben venga! Non è Platinette o Malgioglio, non fa la baraccona, anzi mi sembra piuttosto sobria e anche di talento. Non sarà eccelsa nel canto ma canta comunque molto bene e in ogni caso non vedo grandi fenomeni in giro anche fra quelli più affermati. Smettiamola di vedere sempre del marcio e di essere cinici. Da gay dovresti solo applaudire a uno che ha le palle di non nascondersi e di andare orgoglioso anche delle sue eccentricità, non è certo volgare o sguaiata, quindi non vedo come il suo modo di provocare possa far del male alla causa. I baracconi sono altri..

  • Aran Banjo 3 Gennaio 2018 at 1:05

    ecco… trova le differenze

  • Aran Banjo 3 Gennaio 2018 at 1:05

    se non avesse la barba non se la filerebbe nessuno. è solo una baracconata per far parlare di sè.

  • Maria Huemer 2 Gennaio 2018 at 17:08

    Bravo Conchita, una canzone così difficile . grande canto dal vivo!!!!

  • Maria Huemer 2 Gennaio 2018 at 17:05

    Ascolta ‘This Is Me’ a Keala Settle, che canta la colonna sonora, cantato dal vivo a New York a dicembre 2017 https://www.youtube.com/watch?v=IcDOZMGSJHg

  • anonimo 2 Gennaio 2018 at 13:49

    Ma che cazzo c’entra? E’ il messaggio che da che è importante del suo personaggio, e comunque ha anche una voce gradevole e intonata e non si sopravvaluta come una certa “montata” con la voce nasale che urla come na forsennata credondosi Whitney Houston ma è più mediocre e molto più baraccona di Malgioglio!

  • Nicola Casaburi 2 Gennaio 2018 at 7:11

    Sublime nel canto e nell’interpretazione. Ha dato vita nuova e credibilità a una canzone già di per sè meravigliosa.

  • Bah 2 Gennaio 2018 at 3:31

    ma che cazzo dici.

  • Aran Banjo 1 Gennaio 2018 at 20:20

    orgogliosamente business… vorrei vederla a fare la cassiera di un supermercato… e cmq non ha voce, questa interpretazione è di una pochezza unica

  • Flavia “Belfy” Franceschini 1 Gennaio 2018 at 14:22

    MERAVIGLIOSA!!!!!!!!!!!!