Mark Foster, il campionissimo di nuoto inglese fa coming out

Condividi

unnamed-63

 

Per oltre 3 decenni è riuscito a tacere la propria omosessualità, prima di far cadere la maschera nelle ultime ore dalle pagine del The Guardian.
Mark Foster, 47enne nuotatore britannico ex campione del Mondo  (sei ori) e d’Europa (11 ori), 5 Olimpiadi alle spalle, oggi commentatore sportivo per la BBC, ha deciso di fare coming out.

Non è che mi hanno spinto  a fare coming out. Ho sterzato. Dire mezze verità e non essere il mio vero me fa molto male. Ho 47 anni, sono un uomo di mezza età e non sto più gareggiando. Inoltre non sono il primo sportivo a fare coming out. Gareth Thomas e Tom Daley hanno aperto la stada. Mi è sempre sembrato di avere questa corrente sotterranea che era la mia vita segreta. Quello che ho mostrato alla gente in superficie è stato Mark, il nuotatore, ma sotto la superficie c’era quest’altra storia. E ora voglio essere un po’ più autentico. Quando ero in squadra ero Mark il nuotatore, non volevo che [la mia sessualità] mi intralcasse. Mi sono piazzato sul blocco di partenza ed è giusto così, perché devi essere un pilastro in quel caso, mi sono abituato a non mostrare ai miei concorrenti alcun punto debole“. “Vorrei averlo fatto (il coming out, ndr) quando avevo 21 anni, quando incontrai il mio primo fidanzato. Ma non ero pronto. Condividere certe cose era sempre un problema“.

Foster, che negli ultimi 26 anni ha vissuto due grandi storie d’amore, ha però precisato come tutti, in famiglia e tra gli amici, sapessero della sua omosessualità.

“Non ero come Gareth Thomas. Ho vissuto una vita apertamente gay con i miei amici e la mia famiglia. Ma l’ho sempre nascosta come nuotatore”.

Fino ad oggi.

Zone3-©JamesMitchellMIT22355-blog

Autore

Articoli correlati