x

BlackOut di Britney Spears compie 10 anni

Condividi

britney-spears-blackout

Non amo Britney Spears, non l’ho mai particolarmente amata e mai andrei a vederla in concerto, ma c’è un disco, nella sua ormai ventennale carriera, che ancora oggi che ascolto con piacere.
Blackout, 5° suo album di inediti uscito esattamente 10 anni fa.
Era il 25 ottobre 2007, la sora Spears era narcotizzata da mattina a sera e quel gioiellino pop venne fagocitato dalla sua instabilità psico-fisica.
Epica la sua apparizione agli MTV Video Music Awards del 2007, con un ‘live’ di Gimme More che fece storia.
All’epoca Blackout fu il PRIMO album della Spears a NON debuttare alla numero 1 della chart Billboard, per poi lentamente crollare causa mancata promozione e pazzia galoppante della cantante.
Rivalutato con il tempo è poi diventato un classico della sua discografia. Persino per il sottoscritto.

Piece of Me
Radar
Break the Ice
Heaven on Earth
Get Naked (I Got a Plan)
Freakshow
Toy Soldier
Hot as Ice
Ooh Ooh Baby
Perfect Lover
Why Should I Be Sad
Outta This World
Everybody
Get Back

Autore

Articoli correlati

Comments

  • chiaaa 26 Ottobre 2017 at 19:03

    Nonostante il 2007 fosse stato il suo “Annus horribilis” e nonostante a quel disco abbia dedicato zero promozione, “Blackout” si è comunque comportato discretamente nelle charts.

    È riuscita a vendere oltre 3 milioni di copie senza quasi alzare un dito (ricordiamoci che siamo già a cavallo tra il 2007 e il 2008, in crisi discografica conclamata).

    I primi due singoli ebbero un discreto successo sostenendo il parent album nelle classifiche almeno 6 mesi. “Gimme More”, tra l’altro, fu la sua prima hit ad entrare in top 3 nella Billboard Hot 100, cosa che le non succedeva dai tempi di…”…Baby one More Time” mica roba da poco!

    Molti, tra cui anche il sottoscritto, sostengono che parte del successo di quel disco fosse proprio la sua “unconventional” promozione che vedeva Britney paparazzata ogni giorno in quel di Los Angeles in preda ad allucinogeni, comportamenti (e compagnie) strane. Si parlava solo di lei e il fatto che i singoli e video estratti alludessero ai lati oscuri della fama aiutò il disco. E non poco.

    Nella discografia di Britney ci sono album che hanno venduto molto, ma mooolto meno.

  • Lorenzo 26 Ottobre 2017 at 17:58

    Ha messo il video…

  • Silly Shark 26 Ottobre 2017 at 13:50

    E ad oggi, 10 anni dopo non c’è mezza popstar che abbia rilasciato un altro album così. Sono arrivare orde di novelline senza valore. Che noia.

  • fiuuu 26 Ottobre 2017 at 11:24

    Scusa ma nella tracklist che hai riportato manca Gimme more, che è proprio la perla del disco!!! 0_o