Cameron Boyce, la stella Disney accusa l’agente Tyler Grasham: ‘mi ha molestato’

Condividi

cameron-boyce

Non solo Hervey Weinstein e le sue donne.
Ad Hollywood è crollato un muro di omertà nei confronti delle molestie sessuali, con non pochi attori maschi che nell’ultima settimana hanno puntato il dito contro l’agente Tyler Grasham.
Accuse pesantissime partite prima da Jordan Gavaris, volto di “Orphan Black” che su Twitter ha parlato di un tentato abuso da parte di Tyler quando aveva 21 anni.
A ruota è arrivata la denuncia di Lucas Ozarowski, che ha confessato comportamenti inappropriati da parte di Grasham, di Blaise Godbe Lipman, che ha denunciato una molestia sessuale quando era appena adolscente, di Finn Wolfhard, 14enne divo di Stranger Things e tra i protagonisti di IT, e di Cameron Boyce, 18enne volto Disney visto negli abiti del figlio di Crudelia De Mon nei due Descendants tv.
Considerate le giovanissime età delle presunte vittime, Tyler Grasham rischia seriamente una condanna per pedofilia.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Elisa 21 Ottobre 2017 at 19:00

    Appena dopo la morte di Corey Haim, Corey Feldman accusò la presenza di pedofili ad Hollywood. Disse che, come loro due, molti altri adolescenti subirono violenze sotto il silenzio degli adulti attorno a loro. Le sue accuse allora vennero prese come le uscite di uno fuori di testa ma ora dovrebbero chiedergli scusa per non averlo creduto.