Gay Street, I Municipio sfida la Sindaca Raggi: ‘pedonalizzaziamola per l’alto valore simbolico che rappresenta’

Condividi

19092682_1046262875506104_5981745923925110214_o 19092874_1047108848754840_889636277355502904_o

Nei giorni scorsi ha creato non poco clamore la chiusura temporanea del Coming Out e del MyBar (causa cono d’ombra dei tavolini ai danni del Colosseo), celebri locali LGBT della Capitale, nel cuore della Gay Street romana.
Dopo un’iniziale errore di comunicazione sui ‘colpevoli’ del provvedimento, con il Comune che ha prontamente scaricato le colpe sul I Municipio (PD), proprio la Giunta guidata da Sabrina Alfonsi ha questa mattina votato all’unanimità un atto che chiede con forza alla Giunta Raggi di realizzare la pedonalizzazione della Gay Street.
Dopo le tante parole, in conclusione, bisogna ora arrivare ai fatti concreti.

Negli ultimi giorni si è riaperto il dibattito sulla pedonalizzazione di Via di San Giovanni in Laterano – tratto Piazza del Colosseo – Via Ostilia (c.d. Gay Street). Il Municipio I è assolutamente favorevole alla pedonalizzazione della Gay Street per l’alto valore simbolico e politico che questa strada rappresenta, grazie anche al lavoro svolto negli ultimi dieci anni, da tutte le Associazioni, singoli e Istituzioni che si battono per il riconoscimento dei diritti di tutti e di tutte, non solo per la città di Roma”. “Il fattore determinante è stata la chiusura temporanea della strada dal 3 all’11 giugno per la realizzazione della manifestazione denominata Gay Croisette che, per quanto riguarda la mobilità ha rappresentato una sperimentazione della pedonalizzazione della strada perfettamente riuscita. Pedonalizzazione, materia di competenza esclusivamente Capitolina, che per il tratto in questione fu attuata in seguito alla Delibera della Giunta Capitolina 186/2014 (Pedonalizzazione Via dei Fori Imperiali), provvedimento annullato un anno dopo dal Tar”. “Siamo ancora più convinti della nostra scelta dopo l’ottima riuscita degli eventi che hanno preparato il Roma Pride a partire dal 3 giugno, occasione privilegiata per riflettere sui temi del riconoscimento delle diversità e della promozione di pari diritti”. “Invitiamo pertanto la Giunta Capitolina ad avviare sul tema un percorso partecipato che coinvolga il nostro Municipio, i cittadini, i commercianti e le Associazioni coinvolte dal provvedimento”.

Schermata 2017-06-21 alle 18.27.44

Queste le parole della Presidente Sabrina Alfonsi, dell’Assessore alla Mobilità del Primo Municipio Anna Vincenzoni e dell’Assessore alla Cultura del Primo Municipio Cinzia Guido.
A questo punto lo scaricabarile non sarà più consentito.
Se la Giunta 5 Stelle punta seriamente alla pedonalizzazione del tratto interessato, come confermato dal portavoce della Sindaca al sottoscritto, sarà festa per tutti. Da questo momento, è evidente, nessuno potrà più sfuggire alle proprie responsabilità.

Autore

Articoli correlati

Comments