Cecenia, 100 arresti e 3 morti perché sospettati di essere gay

Condividi

noomofobia

Notizie fuori dal mondo arrivano dalla Cecenia, con le autorità che avrebbero arrestato oltre 100 uomini e ucciso 3 di questi “in relazione al loro orientamento sessuale non tradizionale”.
Omosessuali, in conclusione.
A denunciare il tutto il quotidiano Novaya Gazeta, con una “retata profilattica” diventata realtà nei giorni scorsi.
Alvi Karimov, portavoce del leader ceceno Ramzan Kadyrov, ha però smentito la notizia, mettendo una toppa che è persino peggio del buco.

Non puoi arrestare o reprimere persone che non esistono nella Repubblica. Se ci fossero persone così in Cecenia, le forze dell’ordine non dovrebbero fare nulla perché i loro parenti li manderebbero via in luoghi da cui non si può fare ritorno“.

Mondo, 2017. Siamo alla pulizia etnica.

Autore

Articoli correlati