Sei mesi di Unioni Civili: quasi 1000 coppie ‘sposate’

Condividi

chick-fil-a-faces-gay-marriage-backlash-on-twitter-facebook-9e8c1c65da

L’11 maggio scorso la legge Cirinnà venne approvata, per poi entrare in vigore il 5 giugno.
In estate le prime unioni civili all’italiana sono diventate realtà, entrando in pochi mesi nella normalità quotidiana di un Bel Paese che le ha serenamente digerite.
Nessuna famiglia ‘tradizionale’ è implosa a causa nostra, con i cattoestremisti della prima ora incapaci di raccogliere 500.000 firme per l’annunciato referendum. Di fatto bocciato ancor prima di nascere.
Ebbene a detta del Corriere della Sera sono quasi 1000 le coppie tra persone dello stesso sesso che si sono ‘unite civilmente’ in questi mesi.
Tante, tantissime.
Davanti a tutti Milano, con un centinaio di coppie sposate e 300 in lista d’attesa, seguita da Napoli e dalle isole Sicilia e Sardegna. Benino Roma, che è partita in ritardo rispetto al resto d’Italia, per una battaglia vinta dopo decenni d’attesa ma tutt’altro che conclusa.
Perché ancora molto c’è da fare, vedi stepchild adoption da far rientrare dalla porta principale.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Ivan 25 Novembre 2016 at 9:38

    In verità i dati per la Spagna riferiti al 2014 parlano di 3300 matrimoni (le coppie omosessuali formate da uomini sono state 1.709 rispetto alle 1.591 delle coppie formate da due donne). Mille in poco meno di tre mesi, e autunnali, sono in prospettiva ben superiori, o quanto meno in linea col dato spagnolo. Aggiungo che dopo i decreti attuativi era teoricamente possibile entrare manu militari in un ufficio matrimoni comunale e pretendere un ufficiale di stato civile hic et nunc, ma in effetti si è dovuto attendere l’organizzazione dei singoli comuni.
    E poi: è così disdicevole attendere maggio, anziché l’umido novembre padano? Che magari faccio in tempo pure a prenotare un ristorante?
    Poi, se il senso del tuo ragionamento è insultare così a casaccio, non ti servono numeri dati coppie e nemmeno il buon senso.
    Ps: “disadattato mentale” e “troiaggine” lasciali a altri personaggi.

  • Mdzboy 24 Novembre 2016 at 21:43

    Inutile che ti scaldi, in Spagna ce ne sono più o meno 4.000 ogni anno corrispondenti al 2%dei matrimoni totali. Considero anche quelle cifre misere, figurati i 1000 in Italia che siete di più…

  • DrApocalypse 24 Novembre 2016 at 17:32

    una miseria????
    a parte il fatto che sono MILLE COPPIE (e le unioni civili hanno iniziato a celebrarle 3 mesi fa), ma ce ne saranno altrettante in attesa.
    Già prenotate.
    Ma una miseria cosa.

  • Mdzboy 24 Novembre 2016 at 16:07

    Siamo onesti, 1.000 unioni sono veramente una miseria. Purtroppo c’è molto da fare all’interno della comunità gay che continua ancora a trasmettere solo i valori della troiaggine e sforna disadattati sentimentali.

  • Bixy085® 24 Novembre 2016 at 10:44

    io e mio marito è da settembre che stiamo cercando di trascrivere il nostro matrimonio celebrato l’anno scorso a Las Vegas e ogni volta c’è un problema di documenti mancanti…sta diventando una tortura…