Oz, 300.000 dollari per restaurare le storiche scarpette di Dorothy

Condividi

giphy-1

Sono passati quasi 80 anni da quando l’immensa Judy Garlend battè i tacchi delle magiche scarpette rosse sul set de Il Mago di Oz, capolavoro firmato Victor Fleming.
Scarpette che da decenni sono tra le attrazioni principali dello Smithsonian, Museo Nazionale della Storia americana in quel di Washington.
Ebbene le scarpette di Dorothy hanno iniziato a sentire il peso della vecchiaia, tant’è che il museo ha deciso di restaurarle. Il prezzo?
300.000 dollari, ovvero più del costo medio di una casa negli States, pari a 284.000 dollari.
Per riuscire nell’impresa lo Smithsonian ha lanciato una pagina Kickstarter che in appena 48 ore, udite udite, ha già rastrellato oltre 160.000 $, grazie a 2.900 donatori di buon cuore.
Oltre al restauro, con i 300.000 dollari programmati verrà realizzata anche una nuova bacheca protettiva.
Per il film di Fleming vennero realizzate diverse copie delle indimenticate scarpette, ma questa è l’unica esposta al pubblico.
Costate due soldi, non erano altro che pantofole da grandi magazzini dipinte di rosso e ricoperte di paillettes.
80 anni dopo valgono più di una signora casa.
Mago di Oz, fino in fondo.

giphy

Autore

Articoli correlati