Emmy 2016, trionfo Game of Thrones e O.J Simpson, tutti i vincitori

Condividi

schermata-2016-09-19-alle-07-41-27

  schermata-2016-09-19-alle-07-40-23  Gli Oscar per la tv hanno confermato anche quest’anno l’assoluto dominio di Game of Thrones in campo televisivo. La meraviglia HBO è stata eletta miglior serie drammatica di stagione, portandosi a casa anche i premi per la sceneggiatura e la regia dell’epocale puntata Battle Of The Bastards.
Dietro di lei strepitosa performance per The People vs. O.J. Simpson: American Crime Story di Ryan Murphy, in trionfo attoriale. Finalmente premiata la meravigliosa Sarah Paulson, dopo anni di nomination andate a vuoto (qui il video in cui dichiara il proprio amore a Holland Taylor). Bene, benissimo anche Transparent, con Jeffrey Tambor miglior attore in una commedia (meraviglioso il suo discorso) e Jill Soloway, creatrice della serie, miglior regista (qui il suo discorso).
Successo più che dovuto, poi, per la Maggie Smith di Downton Abbey e per il lanciatissimo Rami Malek di Mr. Robot. Grande sconfitto House of Cards.

schermata-2016-09-19-alle-07-40-46

Miglior sceneggiatura in una commedia
Aziz Ansari per Master of None

Regia per una serie commedia
Jill Soloway per Transparent

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia
Kate McKinnon, SNL

Miglior attore non protagonista in una serie commedia
Louie Anderson, Baskets

Miglior attrice protagonista in una serie commedia
Julia Louis-Dreyfus, Veep

Miglior attore protagonista in una serie commedia
Jeffrey Tambor, Transparent

Miglior reality
The voice

Migliore sceneggiatura per una miniserie
O.J Simpson

Miglior attrice non protagonista in una miniserie
Regina King, American Crime

Miglior attore non protagonista in una miniserie
Sterling K. Brown, The People v. O.J. Simpson

Miglior attrice protagonista in una miniserie
Sarah Paulson, The People vs. O.J. Simpson: American Crime Story

Miglior attore protagonista in una miniserie
Courtney B. Vance, The People v. O.J. Simpson

Film per la tv
Sherlock: The Abominable Bride

Miglior miniserie
The People v. O.J. Simpson American Crime Story

Regia un varietà speciale
Grease: Live – Thomas Kail E Alex Rudzinski

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Il trono di spade

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica
Maggie Smith, Downton Abbey

Miglior regia per una serie drammatica
Il trono di spade

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica
Ben Mendelsohn, Bloodline

Miglior attore protagonista in una serie drammatica
Rami Malek, Mr. Robot

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica
Tatiana Maslany, Orphan Black

Miglior serie comica
Veep

Miglior serie drammatica
Il Trono di Spade

Autore

Articoli correlati

Comments

  • lorenzino 19 Settembre 2016 at 9:53

    ma vogliamo parlare dell’emmy a tatiana maslany? finalmente dopo 4 anni hanno aperto gli occhi e dato a ‘sta ragazza un premio meritatissimo, uno dei più azzeccati della serata. sull’80% degli altri premi meglio stendere un velo pietoso…
    p.s.: io ancora non riesco a capire cosa hanno fatto di male quelli di TWD per essere puntualmente sfanculati ogni anno, con tutte le porcate che hanno candidato e in alcuni casi premiato…

  • Luca 19 Settembre 2016 at 9:16

    come sempre c’è cose buone e cose un po’ così… tipo, era veramente necessario ridare un Emmy a Maggie Smith quando c’erano tante belle candidate per attrice non protagonista per drama? e poi parliamone dell’Abominable Bride, non conosco le altre nomination ma quello Sherlock lasciava molto a desiderare.

    Contento per Veep (per me si meritava pure il premio alla regia; Mother e Kissing your sister sono dei capolavori) e un po’ anche per Thrones, molto contento per la Maslany (sarei stato felice di vedere la Davis o la Russell, ma Tatiana era attesa da tempo) e Rami. Bene anche per il premio a Aziz Asnari che se lo merita e pure per Tambor.

  • Luca 19 Settembre 2016 at 9:11

    grande Tatiana!