Istanbul Pride, botte e arresti da parte della polizia

Condividi

Schermata 2016-06-26 alle 20.09.05

Il Governo Erdoğan l’aveva incredibilmente ‘vietato’, eppure centinaia di persone sono scese in strada quest’oggi per l’annunciato (e cancellato) Pride di Pride, andando incontro a botte, arresti, idranti e manganelle.
Decine di poliziotti hanno creato letteralmente il panico in città, con gas lacrimogeni lanciati tra la folla colorata e fermi persino politici, come rivelato su Facebook da Daniele Viotti. Tutto questo in un Paese che presto potrebbe fare il suo incredibile ingresso all’interno dell’Unione Europea. Paradossalmente proprio al ‘posto’ della civile Gran Bretagna.

 

Schermata 2016-06-26 alle 20.09.59Schermata 2016-06-26 alle 20.10.24

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Shkval 28 Giugno 2016 at 15:13

    Lolwut!? Li pagheremo comunque e non sarà di certo la Turchia a frenare gli immigrati come dimostrano i dati pubblicati da Frontex oggi.

  • Con 27 Giugno 2016 at 16:01

    Meno di quanto avremmo pagato se avessimo lasciato il vecchio sistema

  • Shkval 27 Giugno 2016 at 13:53

    Li abbiamo pagati fior di quattrini per gestirli altro che baggianate.

  • Dario 27 Giugno 2016 at 11:09

    In realtà la Turchia è paese candidato oramai da anni e gode anche dei fondi provenienti dall’IPA (Instrument for Pre-Access Assistance). I maggiori oppositori all’ingresso della Turchia in EU sono Germania e Juncker, ma la Francia, ad esempio, sosteneva la candidatura, almeno da quanto ne so. E anche gli Stati Uniti hanno a lungo appoggiato l’ingresso della Turchia in Europa.
    Quindi, non credo che un ingresso del paese nella comunità europea nei prossimi anni sia così improbabile, soprattutto considerato quello che è appena successo al Regno Unito. Motivi geopolitici e geoeconomici potrebbe spingere l’allargamento sempre più ad est.

  • !_!M!_! 27 Giugno 2016 at 10:35

    credo che l’entrata della Turchia in EU non dipenda da tutto questo, è solo una questione economica, la Bruxelles sta analizzando i conti del paese da anni per essere certa di non trovarsi di fronte ad una Grecia parte 2°. I tafferugli interni alla EU interessano marginalmente, ovviamente quando sarà all’interno della Comunità, Ankara sarà sottoposta ad adeguamenti politici tra cui gli scandalosi pestaggi di questi giorni.

  • Gabriele 26 Giugno 2016 at 23:31

    La Turchia non ci è manco vicino ad entrare nell’UE… Altro che “Presto al posto della Gran Bretagna”.

  • Con 26 Giugno 2016 at 22:16

    La Turchia non entrerà mai nell’UE, praticamente tutti i paesi europei sono contrari. L’accordo per la gestione dei migranti è per pura convenienza ell’Unione, che sfrutta il fatto che la Turchia farebbe tutto per entrare