Il Grande Gigante Gentile, teaser trailer italiano per il nuovo film di Steven Spielberg

Condividi

IlGGG_TeaserPosterITA

1° luglio: uscita americana.
1° gennaio 2017: uscita italiana.
Partirei da questa autentica follia distributiva nel presentarvi lo splendido trailer italiano de Il Grande Gigante Gentile, atteso ritorno al ‘fantasy’ per famiglie di Steven Spielberg.
Sei mesi di ritardo tra uscita a stelle e strisce e release tricolore semplicemente sconvolgenti, soprattutto in tempi come questi in cui la pirateria t’ammazza, nonché provocatori e inaccettabili per tutti i fan italiani del grande regista. Medusa, che ha messo le mani sul film, ha preferito beccarsi gli insulti social oggi in previsione di ricchi incassi futuri, perché la prima settimana di gennaio è da anni ormai diventata la più redditizia di stagione. Ma a tutto c’è un limite, visto e considerato che la pellicola uscirà in piena estate in quasi tutto il  mondo.

Il GGG (Mark Rylance) è un gigante, un Grande Gigante Gentile, molto diverso dagli altri abitanti del Paese dei Giganti che come San-Guinario e Inghiotticicciaviva si nutrono di esseri umani, preferibilmente bambini. E così una notte il GGG – che è vegetariano e si ciba soltanto di Cetrionzoli e Sciroppio – rapisce Sophie (Ruby Barnhill), una bambina che vive a Londra e la porta nella sua caverna. Inizialmente spaventata dal misterioso gigante, Sophie ben presto si rende conto che il GGG è in realtà dolce, amichevole e può insegnarle cose meravigliose. Il GGG porta infatti Sophie nel Paese dei Sogni, dove cattura i sogni che manda di notte ai bambini e le spiega tutto sulla magia e il mistero dei sogni. L’affetto e la complicità tra i due cresce rapidamente, e quando gli altri giganti sono pronti a nuova strage, il GGG e Sophie decidono di avvisare nientemeno che la Regina d’Inghilterra dell’imminente minaccia, e tutti insieme concepiranno un piano per sbarazzarsi dei giganti una volta per tutte.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Daniii 1 Maggio 2016 at 0:34

    Bellissimo, uno dei miei libri preferiti quando ero piccino <3