Chris Sevier, il matto che vuole sposare il suo MAC per attraccare e sminuire il matrimonio gay

Condividi

 ilovemacmodern1680x1050

La mamma dei folli, e noi italiani lo sappiamo bene, è sempre incinta.
Chris Sevier, avvocato del Texas, ha presentato una querela contro il tribunale distrettuale della contea di Harris, il governatore Greg Abbott e il procuratore generale Ken Paxton, affinché la smettano di negargli il diritto a sposarsi con il suo … MAC.
Sevier sostiene infatti che non ci siano differenze tra i matrimoni gay, diventati legali in tutti gli Stati Uniti d’America da quasi un anno, e le nozze tra un uomo e una macchina.
A costui, ovviamente, di sposare il suo computer portatile non frega nulla. Si tratta di una pura e semplice provocazione per SMINUIRE e DIFFAMARE l’amore tra persone dello stesso sesso, da lui definito ‘ripugnante’ e ‘contronatura’.
Il procuratore generale Paxton ha presentato una mozione per chiudere il caso, con Sevier che ha promesso battaglia in tribunale.
Perché la mamma dei folli, come già detto, è un puttanone che non conosce confini.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Personcina 19 Aprile 2016 at 17:52

    Se quel povero Mac potesse parlare, o avesse le gambe per scappare…

  • vinz 19 Aprile 2016 at 15:04

    beh…se dimostrasse che il suo mac possiede una coscienza e ha volontà di sposarlo, io non avrei nulla in contrario.

  • dan 19 Aprile 2016 at 14:52

    certo perche un computer ha una personalita’ giuridica…. come quelli che fanno gli esempi coi cani/gatti/pappagalli ….

  • lorenzino 19 Aprile 2016 at 14:47

    io gliela darei vinta, però lo obbligherei pure a consumare il matrimonio e ad infilare ripetutamente il suo papagno nella presa usb, oppure in alternativa ad infilarsi un mouse ottico su per il colon…