North Carolina, niente più porno on line per protestare contro la legge transomofoba

Condividi

gay-porn-censored-right_o_2140073

Si allarga sempre più a macchia d’olio la protesta nei confronti della legge transomofoba approvata in Carolina del Nord.
Dopo Broadway, Hollywood e il mondo della musica, infatti, anche il porno ha deciso di scendere in campo.
Il famoso sito XXX XHamster.com ha bloccato tutti gli accessi dello Stato!
Chiunque abbia un indirizzo IP del North Carolina, udite udite, andando su XHamster.com si ritroverà dinanzi ad una schermata NERA.
Misure estreme che tali rimarranno fino a quando la contestata legge, approvata lo scorso 23 marzo, non verrà abrogata.
Mike Kulich, portavoce di XHamster.com, ha sottolineato come solo nel mese di marzo ci siano stati ben 400.000 risultati riguardanti la chiave di ricerca ‘transessuali’, in Carolina del Nord, mentre la parola ‘gay’ è stata cercata 319,907 volte.
A breve la schermata nera verrà sostituita con una PETIZIONE che chiederà a tutti gli utenti del sito di chiedere a gran voce l’abrogazione della legge, che di fatto vieta alle persone transgender di poter utilizzare i bagni pubblici. Volete esse transomofobi? E allora niente pippe.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • baldwin 12 Aprile 2016 at 9:48

    Azz questa sì che è una misura estrema! Bravi, quella vergogna va cancellata subito.

  • Max Xam 12 Aprile 2016 at 0:35

    Grandi!

  • Shkval 12 Aprile 2016 at 0:25

    Se i siti porno adottassero la stessa tecnica in Utah, i mormoni si ridurrebbero dell’80%. 😀