Bruce Springsteen, niente concerto in Carolina del Nord per protesta contro la legge omofoba

Condividi

ZGJCdLOK

Signore e signori, il BOSS.
Bruce Springsteen, mito della musica americana, ha cancellato il concerto che avrebbe dovuto tenere a Greensboro, Carolina del Nord, per protestare contro l’ormai famigerata Hb2, legge omofoba firmata il mese scorso dal Governatore Pat McCrory.
Una legge che permetterà (tra le tante oscenità) ai proprietari di bar e ristoranti di vietare l’utilizzo del bagno alle persone transgender. Un orrore che aveva già scatenato Hollywood e Broadway, fino ad arrivare al gigantesco Bruce.

‘Alcune cose sono più importanti di uno spettacolo rock, e questa lotta contro il pregiudizio e il bigottismo è una di quelle. La legge attacca persino il diritto delle persone omosessuali di citare in giudizio chi li discrimina. A mio avviso, si tratta di un tentativo, da parte di persone che non sopportano il progresso che il nostro Paese ha fatto nel riconoscere i diritti umani a tutti i nostri cittadini, per ribaltare quel progresso. In questo momento ci sono molti gruppi, imprese ed individui in North Carolina che stanno lavorando per contrastare e superare questi sviluppi negativi. Tenendo in considerazione tutto ciò, penso che questo sia un momento importante per me e per la mia band per dimostrare solidarietà a tutti coloro che combattono per la libertà. Di conseguenza, e scusandoci con i nostri fan di Greensboro, abbiamo deciso di cancellare il nostro concerto in programma per domenica 10 aprile’.

APPLAUSI!

Autore

Articoli correlati

Comments

  • stilographs 9 Aprile 2016 at 9:43

    The Boss è leggenda. Io lo amo e quando prende queste posizioni sono ancora più fiero di essere suo fan.