Omofobia a Trieste, botte per un bacio gay

Condividi

omofobia-copertina-espressoBrutto inizio settimana dal taglio omofobo, quello in arrivo quest’oggi.
Una coppia gay di Trieste è stata infatti brutalmente pestata da uno 20enne, alle 5 del mattino in via Giacinto Gallina, a causa di un bacio.
Dopo aver visto la scena in questione il ragazzo, improvvisamente e senza alcun motivo, avrebbe preso a pugni prima il 43enne ed infine il 24enne, per poi scappare a bordo di un taxi che senza batter ciglia, e con il tassista che aveva assistito all’intera scena, l’ha caricato. Tra i presenti anche una ragazza, amica della coppia, che ha provato verbalmente a frenare l’aggressore.
Immediato lo sconcerto di Arcigay Trieste, come segnalato da Gay.it.

“Arcigay Arcobaleno Trieste Gorizia Onlus esprime prima di tutto piena solidarietà e vicinanza alle vittime di questo grave episodio di violenza a danno di due persone omosessuali, che si stavano baciando per strada. La comunità LGBTI per l’ennesima volta deve registrare come ancora oggi nel nostro Paese e in particolare nella nostra città i cittadini e le cittadine omosessuali vivano in una condizione di maggiore esposizione alla violenza e alla discriminazione a causa del proprio orientamento sessuale, senza che vi sia alcuna legge che contrasti la violenza omofobica. Chiediamo urgentemente al Prefetto, considerato anche l’analogo caso accaduto all’inizio dell’anno sempre a Trieste, un incontro ufficiale per comprendere cosa lo Stato stia facendo per una minoranza di cittadine e cittadini che, tuttora privi di una legge che tuteli le loro relazioni familiari, sono costretti a vivere in una società in cui lo stigma sociale e le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere sono purtroppo all’ordine del giorno”.

Una legge contro l’omofobia che da lungo tempo chiediamo a gran voce. Legge che dorme sonni beati parlamentari da oltre 2 anni.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • antipapa 4 Aprile 2016 at 12:06

    “Brutalmente pestata”. In 1 contro 2. Voglio sperare sia una ricostruzione falsa e che al massimo ci sia stato un vigliacco colpo a tradimento seguito da fuga alla velocità della luce, perchè non è ammissibile che due persone in piena età per difendersi possano farsi “pestare brutalmente” da un solo ragazzo. Se no datevi una svegliata, è ora di finirla con queste notizie (perchè di simili se ne sono già sentite un sacco) di coppie gay che sembrano totalmente incapaci di difendersi da un singolo ragazzino isterico.