Iggy Azalea ospite d’onore al Pride di Miami dopo le polemiche del 2015 sul Pride di Pittsburg

Condividi

Schermata 2016-04-04 alle 08.41.21 ‘Credo fermamente nell’uguaglianza. Purtroppo in passato, quando ero giovane, ho usato parole che non avrei dovuto usare. L’ultima cosa che voglio è che una frase detta in modo superficiale venga interpretata come un riflesso del mio personaggio. Mi pento profondamente di aver detto quelle cose. Da adulta quale ora sono non le userei mai perché capisco che possono avere un impatto molto negativo in una lotta per questioni in cui credo davvero. Mi dispiace se ho offeso o deluso qualcuno e auguro il meglio a tutti i miei fan e amici del Pride’.

Parole, quelle che avete letto, rilasciate lo scorso anno da una Iggy Azalea duramente contestata dopo l’annuncio di una sua partecipazione al Pittsburg Pride, in Pennsylvania. Questo perché la Azalea si era più volte lasciata andare a cinguettii a dir poco omofobi, facendo infuriare un’intera comunità. Rinunciato al Pride del 2015, Iggy rilancia con il 2016, visto e considerato che sarà ospite d’ONORE al Gay Pride di Miami, che si terrà in florida tra 6 giorni.

«Per me è un onore essere a Miami Beach il 10 aprile!». «Sarà un giorno importante da festeggiare con i miei fan LGBT e non vedo l’ora di incontrarli!».

Non contenta, Iggy lancerà una campagna di raccolta fondi a favore della comunità glbtq.
Quando si dice cambiar faccia… perché senza froci non sei nessuno. E la ragazza l’ha evidentemente capito con almeno un paio d’anni di ritardo.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Guesta 4 Aprile 2016 at 10:20

    e i marò?

  • Guest 4 Aprile 2016 at 9:27

    Ma possiamo quindi dire la stessa cosa della Clinton?