Disney, gruppo cristiano attacca: bulli aziendali che hanno dichiarato guerra alla religione

Condividi

mickey-mouse-rainbow

La minaccia Disney-Marvel di scappare dalla Georgia nel caso in cui il Governatore dello Stato non avesse stracciato la legge omofoba approvata in Senato ha dato i suoi frutti.
Come scritto giorni fa Nathan Deal, terrorizzato da una fuga degli studios di Hollywood che sarebbe costata alla Georgia tutta miliardi di dollari, ha infatti negato la propria firma alla HB 757, facendola diventare carta straccia.
Immancabile la reazione dei cattoestremisti georgiani, con i Texas Values, gruppo di estremisti cristiani, che ha accusato la casa di Topolino di essere un’azienda CONTRO la fede, tanto dall’aver dichiarato GUERRA alla religione.

‘E’ chiaro che colossi come Apple, Disney, NCAA e Intel sono finalmente uscite allo scoperto e dichiarato pubblicamente guerra alla libertà religiosa e alle scuole religiose, negando loro la protezione della HB 757′. ‘La Walt Disney ci vieterà ora di indossare delle croci al collo nei suoi parchi giochi?’. ‘Un prete cattolico sarà ora costretto a togliersi il colletto bianco quando farà una foto con Topolino?’.

gay-walt-disney

Quesiti surreali sbandierati dai soliti folli che si nascondono con gioia dietro il paravento della Bibbia. La legge in questione, se controfirmata dal Governatore, avrebbe di fatto autorizzato e legalizzato la discriminazione per motivi ‘religiosi e morali’. Un’atrocità indigeribile nell’America del 2016, in cui i matrimoni gay sono diventati legge per volere della Corte Suprema, tanto da finire al macero. Anche grazie alla presa di posizione della Disney.

Autore

Articoli correlati