Milano, il candidato Stefano Parisi promette: ‘se vinco revoco il registro delle unioni civili’

Condividi

132734219-819a83f9-31b8-4058-9750-8d7559bd2a92

“Penso che l’amministrazione non debba fare azioni dimostrative: come il registro delle coppie di fatto che non ha nessun valore legale e anche come la scritta Family day sul Pirellone. Il Comune deve applicare le norme. Quando ci saranno quelle sulle coppie di fatto saranno applicate, mentre il testamento biologico è un tema di portata nazionale e quando ci sarà una legge si applicherà. Noi siamo un’istituzione non un partito…”. Via REPUBBLICA.

Se vinco.
Esatto, caro Stefano Parisi, hai detto bene.
Quel SE rimarrà SE, a meno che i milanesi non siano impazziti e vogliano cancellare 5 anni di amministrazione Pisapia per tornare agli anni neri della Lega e di Forza Italia.
Beppe Sala non sarà il massimo, ma Parisi ha già lasciato il segno.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Kirederf 23 Marzo 2016 at 20:33

    Tu invece sei completamente coglione.

  • Al 23 Marzo 2016 at 7:58

    Mamma mia che squadra di razzisti.

  • Luca Poggel 22 Marzo 2016 at 22:17

    Non vi vergognate a difendere le atrocita’ di Pisapia?

  • Busillis 22 Marzo 2016 at 21:10

    Fossi milanese non voterei Parisi, ma la dichiarazione che ha fatto non mi sembra irragionevole, anzi…

  • Frederik 22 Marzo 2016 at 17:12

    Anni neri per te che sei pure mezzo terrone. Pensa ai tuoi ladri

  • antipapa 22 Marzo 2016 at 16:25

    Se Parisi aveva qualche remotissima possibilità di farsi eleggere sindaco, adesso con una dichiarazione del genere non ce l’ha più.
    Probabilmente non vuole vincere e considera il fare il sindaco solo una rogna da evitare.

  • Fritz Cavallo 22 Marzo 2016 at 13:18

    Quella foto con tutti e 5 mi fa vomitare il pranzo. Ma dovevi proprio?

  • Francesco 22 Marzo 2016 at 11:02

    Non mi pare abbia detto nulla di terrificante: ha semplicemente ribadito l’ovvio, tant’è che ha detto che aspetta la legge sulle Unioni Civili che porrà fine al vuoto legislativo che c’è in proposito. Scusa tanto ma uno come Sala (la brutta copia di Renzi, e ho detto tutto) è molto ma molto peggio.

  • Luca 22 Marzo 2016 at 10:38

    ha una faccia che ispira vecchia prima repubblica da far paura!