David 2016, ci sono anche Arianna e Sabrina Ferilli con Io e Lei – tutte le nomination

Condividi

Scaled-Image3-717x1024

Sono state annunciate le nomination ai David di Donatello, Oscar del cinema italiano che vedono coinvolti anche due titoli dal taglio glbtq. A guidare la classifica dei film più candidati lo splendido Lo chiamavano Jeeg Robot e Non essere Cattivo, con 16 candidature a testa, seguiti dalle 14 di Youth, dalle 12 de Il Racconto dei Racconti e dalle 9 di Perfetti Sconosciuti. Una nomination a testa, invece, per Arianna di Carlo Lavagna, in corsa come miglior regista esordiente (qui la mia recensione) ed Io e lei di Maria Sole Tognazzi, con Sabrina Ferilli nominata come miglior attrice protagonista (qui la mia recensione). Il primo, per chi se lo fosse perso, è un film dedicato all’intersessualità, mentre il secondo ruota attorno ad una coppia lesbica. Tra i film stranieri ‘a tema’, invece, candidature per The Danish Girl e Carol. Premiazione in onda su Sky il prossimo 18 aprile.


 

MIGLIOR FILM
– Fuocoammare – di Gianfranco ROSI
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales – di Matteo GARRONE
– Non essere cattivo – di Claudio CALIGARI
– Perfetti sconosciuti – di Paolo GENOVESE
– Youth – La giovinezza – di Paolo SORRENTINO

MIGLIORE REGISTA
– Fuocoammare < Gianfranco ROSI
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Matteo GARRONE
– Non essere cattivo < Claudio CALIGARI
– Perfetti sconosciuti < Paolo GENOVESE
– Youth – La giovinezza < Paolo SORRENTINO

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
– Arianna < Carlo LAVAGNA
– Banat – Il viaggio < Adriano VALERIO
– L’attesa < Piero MESSINA
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Gabriele MAINETTI
– Loro chi? < Fabio BONIFACCI, Francesco MICCICHÉ
– Pecore in erba < Alberto CAVIGLIA

MIGLIORE SCENEGGIATURA
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Edoardo ALBINATI, Ugo CHITI, Matteo GARRONE, Massimo GAUDIOSO
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Nicola GUAGLIANONE, MENOTTI
– Non essere cattivo < Claudio CALIGARI, Giordano MEACCI, Francesca SERAFINI
– Perfetti sconosciuti < Filippo BOLOGNA, Paolo COSTELLA, Paolo GENOVESE, Paola MAMMINI, Rolando RAVELLO
– Youth – La giovinezza < Paolo SORRENTINO

MIGLIORE PRODUTTORE
– Fuocoammare
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales
– Lo chiamavano Jeeg Robot
– Non essere cattivo
– Youth – La giovinezza

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
– Alaska < Àstrid BERGÈS-FRISBEY
– Gli ultimi saranno ultimi < Paola CORTELLESI
– Io e lei < Sabrina FERILLI
– L’attesa < Juliette BINOCHE
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Ilenia PASTORELLI
– Per amor vostro < Valeria GOLINO
– Perfetti sconosciuti < Anna FOGLIETTA

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Claudio SANTAMARIA
– Non essere cattivo < Alessandro BORGHI
– Non essere cattivo < Luca MARINELLI
– Perfetti sconosciuti < Marco GIALLINI
– Perfetti sconosciuti < Valerio MASTANDREA

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
– Assolo < Piera DEGLI ESPOSTI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Antonia TRUPPO
– Non essere cattivo < Elisabetta DE VITO
– Quo vado? < Sonia BERGAMASCO
– Ultima fermata < Claudia CARDINALE

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA
– Alaska < Valerio BINASCO
– Gli ultimi saranno ultimi < Fabrizio BENTIVOGLIO
– La felicità è un sistema complesso < Giuseppe BATTISTON
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Luca MARINELLI
– Suburra < Alessandro BORGHI

MIGLIORE AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Peter SUSCHITZKY
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Michele D’ATTANASIO
– Non essere cattivo < Maurizio CALVESI
– Suburra < Paolo CARNERA
– Youth – La giovinezza < Luca BIGAZZI

MIGLIORE MUSICISTA
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Alexandre DESPLAT
– La corrispondenza < Ennio MORRICONE
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Michele BRAGA, Gabriele MAINETTI
– Non essere cattivo < Paolo VIVALDI con la collaborazione di Alessandro SARTINI
– Youth – La giovinezza < David LANG

MIGLIORE CANZONE ORIGINALE
– La felicità è un sistema complesso < “TORTA DI NOI” musica, testi e interpretazione di Niccolò CONTESSA
– Non essere cattivo < “A CUOR LEGGERO” musica, testi e interpretazione di Riccardo SINIGALLIA
– Perfetti sconosciuti < “PERFETTI SCONOSCIUTI” musica di BUNGARO e Cesare CHIODO testi e interpretazione di Fiorella MANNOIA
– Quo vado? < “LA PRIMA REPUBBLICA” musica, testi e interpretazione di Luca MEDICI (Checco ZALONE)
– Youth – La giovinezza < “SIMPLE SONG #3” musica e testi di David LANG interpretata da Sumi JO

MIGLIORE SCENOGRAFO
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Dimitri CAPUANI, Alessia ANFUSO
– La corrispondenza < Maurizio SABATINI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Massimiliano STURIALE
– Non essere cattivo < Giada CALABRIA
– Suburra < Paki MEDURI
– Youth – La giovinezza < Ludovica FERRARIO

MIGLIORE COSTUMISTA
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Massimo CANTINI PARRINI
– La corrispondenza < Gemma MASCAGNI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Mary MONTALTO
– Non essere cattivo < Chiara FERRANTINI
– Youth – La giovinezza < Carlo POGGIOLI

MIGLIORE TRUCCATORE
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Gino TAMAGNINI, Valter CASOTTO, Luigi D’ANDREA, Leonardo CRUCIANO
– La corrispondenza < Enrico IACOPONI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Giulio PEZZA
– Non essere cattivo < Lidia MINÌ
– Youth – La giovinezza < Maurizio SILVI

MIGLIORE ACCONCIATORE
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Francesco PEGORETTI
– La corrispondenza < Elena GREGORINI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Angelo VANNELLA
– Non essere cattivo < Sharim SABATINI
– Youth – La giovinezza < Aldo SIGNORETTI

MIGLIORE MONTATORE
– Fuocoammare < Jacopo QUADRI
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Andrea MAGUOLO con la collaborazione di Federico CONFORTI
– Perfetti sconosciuti < Consuelo CATUCCI
– Suburra < Patrizio MARONE
– Youth – La giovinezza < Cristiano TRAVAGLIOLI

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Maricetta LOMBARDO
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Valentino GIANNÌ
– Non essere cattivo < Angelo BONANNI
– Perfetti sconosciuti < Umberto MONTESANTI
– Youth – La giovinezza < Emanuele CECERE

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI
– Game Therapy < EDI – Effetti Digitali Italiani
– Il racconto dei racconti – Tale of Tales < Makinarium
– Lo chiamavano Jeeg Robot < Chromatica
– Suburra < Visualogie
– Youth – La giovinezza < Peerless

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO
– HARRY’S BAR < di Carlotta CERQUETTI
– I BAMBINI SANNO < di Walter VELTRONI
– LOUISIANA (The Other Side) < di Roberto MINERVINI
– REVELSTOKE. UN BACIO NEL VENTO < di Nicola MORUZZI
– S IS FOR STANLEY < di Alex INFASCELLI

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA
– 45 ANNI < di Andrew HAIGH (Teodora Film)
– DIO ESISTE E VIVE A BRUXELLES < di Jaco VAN DORMAEL (I Wonder Pictures )
– IL FIGLIO DI SAUL < di Laszlo NEMES (Teodora Film)
– PERFECT DAY < di Fernando LEON DE ARAGONA (Teodora Film)
– THE DANISH GIRL < di Tom HOOPER (Universal Pictures)

MIGLIOR FILM STRANIERO
– CAROL < di Todd HAYNES (Lucky Red)
– IL CASO SPOTLIGHT < di Tom McCARTHY (BIM)
– IL PONTE DELLE SPIE < di Steven SPIELBERG (20th Century Fox )
– INSIDE OUT < di Pete DOCTER e Ronnie DEL CARMEN (Walt Disney Pictures)
– REMEMBER < di Atom EGOYAN (BIM)

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Emanuele Bra 22 Marzo 2016 at 22:38

    I film a tematica lgbt non devono per forza essere a tinte porno come La Vita Di Adele. A me verrebbe da ridire piuttosto sulla nomination alla Ferilli…

  • Fred Astaire 22 Marzo 2016 at 16:47

    E infatti è nominata la Ferilli, non il film.

  • antipapa 22 Marzo 2016 at 16:30

    “Io e lei” è stato unanimemente giudicato un film demmerda, soprattutto dagli omosessuali. Una serie di scenette totalmente slegate e una buffonata bigotta all’italiana, con una relazione che sembra quella tra due amiche. Zero sesso, zero di zero e un’ora e mezzo di banalità e luoghi comuni. Solo in Italia si fanno “film gay” che sembrano prodotti dalla CEI.