Beijing 2016, Tom Daley fuori dal podio – ma che gnocco – foto

Condividi

1RfJ5HK

Solo quarto dietro due cinesi e un russo.
Tom Daley fuori dal podio nella finalissima dal trampilino da 10 metri alle World Series 2016 di Beijing, ma in realtà assoluto trionfatore dal punto di vista strettamente ormonale.
No dico, 177 cm di bontà.

pIKz4UN

Autore

Articoli correlati

Comments

  • Daniii 16 Marzo 2016 at 11:58

    verissimo, e’ ancora ad altissimi livelli. I cinesi poi vabbe’… sono di una categoria differente in moltissimi di questi sport.

  • Luca 16 Marzo 2016 at 0:58

    infatti. Ma poi, sta ancora ottenendo risultati più che dignitosi… a volte mi sembra che ne parlino come uno che ha vinto una medaglia una volta e poi è finito a stracci!

  • Daniii 15 Marzo 2016 at 16:13

    si si infatti, ormai e’ più personaggio che altro, ma trovo fastidioso chi si ostina a parlare di atleta strappato al suo ascetismo per insozzarsi nella mondanità. Ha anche lui diritto a vivere come tutti.

  • Shkval 15 Marzo 2016 at 8:37

    Più probabile che tu stia parlando di te stesso perché è evidente che della vita di un atleta non sai un cazzo.

  • Davide Soggia 15 Marzo 2016 at 7:26

    La cosa sicura è che il bagno di caffè non fa miracoli 😀

  • Daniii 14 Marzo 2016 at 22:22

    ok ma si può sempre cambiare idea. Sul costretto non ci giurerei, questi iniziano prima dei 10 anni ad allenarsi pesante, e lui a 15 era già un tuffatore di fama mondiale. Potrebbe anche volersi godere la vita, ora.

  • Luca 14 Marzo 2016 at 21:52

    è arrivato quarto, mica dodicesimo… a quei livelli basta una piccola sbavatura o una giornata non eccezionale (gli atleti non sono macchine) che scivoli dietro come nulla. Dare la colpa al gossip mi sembra una faciloneria, prematura peraltro.

  • Luca 14 Marzo 2016 at 21:51

    mi sembra che lui sia messo bene per il post-competizione… si sta già preparando.

  • myname 14 Marzo 2016 at 17:04

    ma piantala di dire stronzate! facebook, twitter e youtube portano via un sacco di tempo ad uno che dovrebbe fare solo l’atleta, ed invece è sempre più schiavo del gossip. porta le tue stronzate altrove, con me non attacca, idiota.

  • myname 14 Marzo 2016 at 17:02

    se uno sceglie di fare l’atleta sa che si sceglie una vita di abnegazione ed impegno totale in cui deve fare molti sacrifici. non l’ha costretto nessuno.

  • kris 14 Marzo 2016 at 16:53

    che bel nome Thomas.

  • Daniii 13 Marzo 2016 at 23:11

    ma dedicarsi solo a quello, dopotutto, sarebbe stata vita? Chissenefrega dei tuffi, tra qualche anno comunque dovrà smettere e sara’ li’ la vera difficoltà.

  • Shkval 13 Marzo 2016 at 21:30

    In base a cosa lo affermi? Vivi con lui? Sei in grado di quantificare quanto impegno ci mette nella sua disciplina? NO! Parli solo per dare aria ai denti perché è l’unica cosa che ti riesce bene!

  • antipapa 13 Marzo 2016 at 21:26

    Sarà 167, ammesso che ci arrivi… comunque che gran fregno in miniatura davvero

  • myname 13 Marzo 2016 at 19:37

    è proprio perchè ho (ben) più di mezza idea della difficoltà dell’impresa che già fece Daley che affermo che il gossip e i social lo hanno distolto da quello che doveva essere il suo unico impegno. vai a cagare dillo a qualcun altro, idiota.

  • Shkval 13 Marzo 2016 at 18:32

    Hai una mezza idea della difficoltà che comporta un tuffo dai 10 metri e che programma assurdo bisogna presentare per battere i cinesi? Ma va a cagare, testina!

  • Al 13 Marzo 2016 at 17:05

    177? Se, buonanotte

  • myname 13 Marzo 2016 at 15:05

    il tuffatore del tuffo perfetto da tutti 10 ormai non c’è più. il gossip e i social network lo hanno travolto e distolto da quella che doveva essere il suo impegno principale. peccato, abbiamo perso un ottimo atleta, sacrificato sul vostro altare del gossip.

  • Francesco 13 Marzo 2016 at 14:45

    Sopravviveremo, e lui sopravviverà