Prof. di storia: l’omosessualità è una forma di narcisismo, è una moda

Condividi

bart-simpson-generator-1

«L’omosessualità è una forma di narcisismo. A mio parere gli omosessuali si sentono un po’ superiori perché diversi dalla massa. Lo sono perché vogliono esserlo. Cercano di distinguersi». «Io li ho sempre accettati, non mi recano nessun fastidio e mai li ho discriminati. Per me dopo che la porta della camera da letto è stata chiusa, possono fare quello che vogliono. Ma le adozioni no. Non possiamo sapere quali saranno i riscontri psicologici sul bambino. Un bambino ha bisogno di una figura materna e una paterna. Se ci fossero due padri o due madri, come li chiamerebbe? Mamma uno e mamma due?». «Se Dio ha creato un uomo e una donna ci sarà un motivo: poni due uomini su di un’isola deserta, come possono procreare? Morirebbero». «E poi, pensandoci, è quasi inevitabile che il figlio diventi a sua volta omosessuale e ciò che mi spaventa. Stanno aumentando, come se l’essere omosessuali andasse di moda. Se un giorno al mondo ci fossero troppi omosessuali, l’umanità si estinguerebbe».

Agghiaccianti pensieri e parole rivolte da una professoressa ai suoi alunni delle medie, come riportato da PrimaPaginaReggio. E attenzione non una professoressa di religione, anche se il concetto non cambierebbe, bensì una docente di storia, che ha così inorridito i propri studenti, ribadendo di fatto l’importanza di un’educazione scolastica adeguata nei confronti del rispetto e dell’accettazione altrui. Perché solo da qui, ovvero dai banchi di una classe, l’omofobia potrà essere definitivamente sconfitta, in quanto recisa alla radice. A meno che ad insegnare non capiti una bestia come questa, che mi auguro possa a breve ricevere un controllo ministeriale con annesso calcio in culo.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • G 14 Marzo 2016 at 10:30

    Moda? Ma dai. L’uomo etero a suo agio con la sua sessualità (e badate bene che sono loro quelli ad avere maggior rispetto per la comunità LGBTQI) non va con un altro uomo per gioco. Magari un bacio, non di più. Diverso con le ragazze.. Credo sia una cosa legata all’idea stessa di virilità. Nel cortile di un liceo, quante ragazze si tengono per mano? Loro si, al più , sono più inclini a sperimentare. Resta comunque che questa prof è agghiacciante, ancor più perché insegna storia

  • io 12 Marzo 2016 at 15:20

    sicuramente questa professoressa ha toppato in pieno, ma quando dice che i gay si credono superiori be’… lo sapete meglio di me quanto è vero. Spocchiosi, arroganti, pieni di sé, ti guardano dall’alto in basso se non sei palestrato, modaiolo, fashion, etc etc etc… io difendo l’omosessualità, ma molti a gay a testate non sarebbe un peccato prenderli…. e poi, che sia una forma di narcisismo è verissimo. Non per tutti, ma per molti sì. Non tutti sono gay o bsx per gli stessi motivi. C’è anche chi decide a 40 anni di prendere cazzi…. perché? cavoli suoi… Ho conosciuto gay che per amore del bello amano se stessi, quindi l’altro maschio. Scusate, ma quando un go go boy vuole scopare un’altro go go boy cosa credete ci sia dietro tale inutile scelta? Narcisismo. Voglia di bellezza. Possesso della bellezza e del corpo perfetto. Non è che ogni cosa che riguarda l’omosessualità sia esente da critiche. Chi siete scusate? 😉

  • Nic 12 Marzo 2016 at 12:22

    Chi ha detto che l’estinzione dell’Umanità non sia un bene? Non mi pare poi che una Prof. di storia sia soggetto con particolari qualifiche per parlare dell’argomento. Si occupi dell’omosessualità greco-romana.

  • baldwin 12 Marzo 2016 at 9:33

    Ma parlare di qualcosa che si conosce no?

  • Marcel P. 12 Marzo 2016 at 9:32

    Quello che è sconcertante per un insegnante è l’ignoranza con cui parla di omosessualità.

  • Daniii 11 Marzo 2016 at 23:27

    Per moda? Ma da quando giocare con la sessualità a scopo ludico (o meno) e’ sbagliato? Lo fanno quasi tutte le specie animali minimamente evolute, e dalla notte dei tempi! Leggiti cosa succedeva durante la fase Imperiale di Roma, e capirai che tipi di “mode” ha portato il periodo buio del medioevo. E sta stronza che insegna storia lo dovrebbe anche sapere.

  • Matteo V. 11 Marzo 2016 at 19:44

    Sicuramente c’è anche chi lo fa per moda, purtroppo bisogna ammetterlo.

  • Signorino tumistufi 11 Marzo 2016 at 16:38

    Più che l’aspetto omofobo mi lascia perplesso l ignoranza e l’evidente ingenuità di questo soggetto .. Ma dove l’ha presa la laurea? A topolinia?!

  • vinz 11 Marzo 2016 at 15:12

    ma chi da’ voce e risonanza a queste persone?

  • Personcina 11 Marzo 2016 at 14:22

    La signora ha modo di documentarsi in tutti i paesi dove le famiglie omogenitoriali sono una realtà da anni.

  • Teo Mora 11 Marzo 2016 at 14:14

    Sapessi dove abita la cara signora andrei a trovarla molto volentieri