Monica Cirinnà vs. M5S, scambio di accuse ad Omnibus – video

Condividi

‘Ho messaggi sul cellulare, ho mail, ho accordi limpidi fatti in commissione dove noi abbiamo votato insieme quel testo. Scritto, votato, concordato, fatto emendamenti, aggiustato. Siamo alla quarta versione di un testo difficile e sicuramente riduttivo rispetto ai diritti che avremmo potuto concedere’. ‘Dopodiché quell’accordo è saltato all’ultimo minuto su uno strumento regolamentare che poteva in questo caso essere accantonato perché portava con se un dato valoriale importante: salvare la legge dagli emendamenti pessimi dei colleghi che non vogliono la legge. Emendamenti sovversivi e minatori che con un solo voto e anche segreto possono far decadere l’intero articolo 1. L’articolo 1 è unioni civili. Allora io accetto emendamenti e dialoghi con tutti coloro che vogliono cambiare il testo, ma in caso contrario accetto anche un canguro, a costo di farla’.

E invece.
Doppia coltellata nel giro di due settimane, ma loro continuano a negare. A rigirare la frittata. A riempirsi la bocca di cazzate.
Quando basterebbe poco, poi, ovvero: ‘scusateci, siamo dei coglioni’.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • MarcoTo 18 Febbraio 2016 at 17:50

    Giusto per completezza di informazione, la ricostruzione della vicenda parlamentare Pd-M5S da parte del M5S…informarsi su tutti i punti di vista, e poi deliberare…https://www.facebook.com/dibattista.alessandro/videos/829850963793636/?fref=nf

  • Chiara Salandini 18 Febbraio 2016 at 17:13

    Esatto Guest. Hai detto bene. Intanto il M5S è certo che voterà per il ddl cirinnà. Tant’è che i voti non sono mai mancati alla prova dei fatti. S’è semplicemente optato per la non-votazione del supercanguro (che è un provvedimento anticostituzionale) ma NON si sono affatto tirati indietro per votare la legge nel suo insieme (eccezion fatta per quei due/tre senatori pentastellati che avevano espresso riserve esclusivamente sull’art.5 relativamente alla stepchild adoption). Il M5S c’è senz’altro, senza alcun dubbio o remora, tant’è vero che a riprova di ciò sono stati i soli a richiedere il voto PALESE e ad accelerare i tempi di calendarizzazione della votazione, cosa che il pd (proprio a causa delle correnti cattodem che remano contro all’interno del partito, si parla di una trentina di deputati) ha deciso di rimandare alla prossima settimana. Dei due schieramenti, mi pare che il PD sia quello incoerente, doppia colpa peraltro, visto e considerato che ne è pure il promulgatore del DDL Cirinnà.

  • Cristiano Fico 18 Febbraio 2016 at 16:59

    no no no!!!!!!! qui si parla solo di quanto brutti ,cattivi ,traditori ,omofobi ,fascisti, dementi ,accoltellatori, catto fascisti , cattocomunisti ,antidemocratici ,siano quelli del movimento 5 stelle

  • Lady_Baracross 18 Febbraio 2016 at 14:49

    Premetto che l’atteggiamento del M5S si è trasformato in breve tempo da una posizione di sostegno alla legge basata sulla necessità sociale della legge stessa, ad un voltafaccia di tipo politico giustificato dall’applicazione dell’opposizione politica da manuale…della serie Muoia Sansone con tutti i Filistei.
    Detto questo, che comunque non giustifica dal punto di vista della coerenza il M5S, occorre rivisitare tutto il percorso della legge dal punto di vista politico, in particolare ricordarsi dei contrasti in seno al PD stesso, altrimenti qui si continua col gioco del “E’ colpa tua!” “no, è colpa tua!”.
    Renzi ha da tempo strombazzato questa fantomatica legge sulle Unioni Civili che, guarda caso, ha avuto un percorso che dire tortuoso è poco. Continui rimandi per i motivi più disparati, continue discussioni sul nulla nelle commissioni, richieste pretestuose da parti politiche che rappresentano, se va bene, il 2%, intromissioni e pressioni dai cattolici democratici (sic!) su qualsiasi argomento, senza contare la disinformazione che è circolata a mezzo di giornali e televisioni schierate.
    A questo riguardo non ho mai sentito Renzi aprire bocca per tenere le fila del discorso e portare a casa la legge, quando, su molte questioni, avrebbe potuto esprimersi in modo deciso e chiaro.
    A me pare evidente che il discorso del taglio degli emendamenti tramite il canguro sia stata una mossa politica messa in atto dal PD, altrimenti non si spiegherebbe perchè, visti i soli 600 emendamenti della lega da discutere nel giro di pochi giorni, non sia stato ritirato su richiesta di tutte le forze politiche.
    Il tranello, o meglio il paravento del canguro sì/no, era necessario per evitare che uscissero allo scoperto coloro che, in seno al PD, avrebbero votato emendamenti atti a modificare la legge al ribasso, probabilmente con voto segreto.
    La questione, secondo me, è stata giocata puramente sul piano politico da entrambe le parti, a discapito dei diritti delle persone questo è evidente.
    Ma non dimentichiamoci che il PD è partito di governo, e come tale ha il dovere di dimostrare compattezza nelle sue decisioni. Se una maggioranza coesa non c’è, allora non c’è neanche un governo targato PD quando i suoi stessi senatori affossano una legge di una loro collega.
    La Cirinnà stessa ha parlato di “contentino” e “promozioni”…quindi non fermiamoci al solito manicheismo italiano del buono/cattivo.

  • Jack 18 Febbraio 2016 at 14:33

    Forse perché Cirinnà, insieme al PD, sta cercando di costruire una maggioranza che voti questo benedetto “canguro”, cancellando 500 emendamenti ostruzionistici a firma Malan, Giovanardi e co per i quali ci vorrebbero settimane di discussione? Cosa devi discutere di emendamenti volutamente fuffa che mettono nel testo “unione renziana” o “in Comune si fa sesso”?

  • Bless TheQueer 18 Febbraio 2016 at 14:05

    112 senatori pd. 40 m5stelle. Maggioranza 161…. quindi oltre a sperare obbligatoriamente nel sí di altri gruppi parlamentari extra m5s (sel, ala, gruppo misto, forza Italia secondo libertà si coscienza, senatori a vita… in tutto ne basterebbero 9) vorrei capire in primis se tutti e 112 pd voteranno sí.

  • Dav83 18 Febbraio 2016 at 13:15

    Capisco la delusione, e gli riconosco anche la caperbietá nel voler poter portare a casa il risultato, ma a me la Cirinná qui si dimostra essere una politicante degna del PD. Prima parla di sms, appena gli si risponde, subito ha fatto in parte marcia indietro. L’italiano é una lingua precisa, si parla di questi sms, ma non li ha fatti vedere, perché probabilmente ci sará scritto che erano favorevoli alla legge, e quasi sicuramente non ci sará stato scritto votiamo il canguro. Sennò che li tirasse fuori. Lei stessa fa qui un discorso che non si può sentire. Rispetta i principi del M5S e poi dice però visto il fine dovevate soprassedere ai vostri principi. Io ho un nipote di 8 anni e questo concetto del fine giustifica i mezzi non glie lo insegnerei mai. La Cirinná qui ha dimostrato quello che penso, che é in parte ipocrita come quelli del suo partito, sa che verrá tradita dai suoi colleghi del PD quindi non hanno voluto votare da subito, la risposta come giá scrissi giorni fa glie l’ha data il senatore del M5S, si vota contro. E per finire, la legge passerá lo stesso, bene, troveranno altri voti bene, ci spiegasse come faranno a convincere 30/40 senatori oggi contro a cambiare idea, cosa prometteranno o se saranno loro del PD a stravolgere la legge per farlo.

  • Frederik 18 Febbraio 2016 at 13:06

    Mi auguro che tutta la gente, gay e non che ha votato 5S negli ultimi anni facendoli diventare dei nuovi eroi, vadano davanti allo specchio a farsi un bell’esame di coscienza e poi se hanno un pò di amor proprio scendano in piazza contestarli. Berlusconi vuoi o non vuoi non ha mai fatto annusare nulla al mondo lgbqt per poi pisciargli in testa!

  • Lolli 18 Febbraio 2016 at 12:29

    Lodevoli i giri di parole per evitare di dire “Casaleggio ci ha ordinato di fare così”.

  • Luca 18 Febbraio 2016 at 11:48

    Ho visto diversi post su Facebook ieri -di grillini ovviamente- che insultavano la Cirinnà e la sua “sceneggiata”…

  • guest 18 Febbraio 2016 at 11:45

    Monica se l’è presa anche col PD, perché non ne parli?
    Perché non dici che la Cirinnà (sempre sia lodata, per carità) ha votato compatta col suo partito per far slittare la discussione del DDL a settimana prossima quando il Movimento ha chiesto a gran voce di continuare da subito a discuterne?

  • bloko 18 Febbraio 2016 at 11:29

    Ma hai sentito quando ha iniziato il discorso parlando di matrimoni a tre in Thailandia o quando si è rimangiato i voti in commissione che sono stati fondamentali per lavvio della legge. Incredibile!!!