Adele contro Donald Trump: non usare la mia musica

Condividi

 maxresdefault

Il barbaro omofobo, razzista e misogino Donald Trump, favorito tra i repubblicani in corsa alla Casa Bianca, ha fatto girare le palle ad Adele.
Nel corso di un comizio andato in scena nell’Oklahoma, infatti, Trump ha voluto che uscisse dagli autoparlanti “Rolling in the Deep”, mentre pochi giorni prima, in Ohio, aveva usato come tappeto musicale per i suoi discorsi “Skyfall”.
Apriti cielo.
Dopo aver ricevuto cinguettii indignati dai propri fan (sai che Trump sta utilizzando la tua musica per promuovere razzismo e intolleranza?), la panzerottona ha replicato al miliardario Donald tramite portavoce: ‘Adele non ha dato permessi di alcun tipo per utilizzare la sua musica in qualsiasi campagna politica’.
Dopo Steven Tyler degli Aerosmith, che settimane fa aveva tuonato contro Trump per lo stesso motivo, un’altra artista ha quindi minacciato il candidato repubblicano di ricorrere ad azioni legali.
Com’è giusto che sia, visto e considerato che stiamo parlando di un bugiardo seriale, xenofobo e razzista che ha minacciato di vietare l’ingresso negli Usa ai quasi 2 miliardi di musulmani che popolano il pianeta. Vuoi delle canzoni che ti accompagnino durante i tuoi folli comizi?  Chiama pure Azealia Banks, che ha annunciato via Twitter di volerti votare.

“So solo che questo paese è quello che è: pieno di merda. Beccarci questa merda tanto per sapere cosa sia, tanto vale mettere un po’ di merda anche alla Casa Bianca. Concludendo: credo che Donald Trump sia cattivo come l’America, e perché l’America possa tenere il passo con sé stessa lui è quello che ci vuole”

Perché Dio li fa e poi li accoppia.

Autore

Articoli correlati

Comments

  • seo 2 Febbraio 2016 at 14:47

    Infatti, capire di cosa si sta parlando è qualcosa di sopravvalutato a quanto pare.
    Azealia Banks è una cretina ma quel tweet non era certo pro-Trump…

  • Idro 2 Febbraio 2016 at 11:18

    Credo che l Azelia abbiaaavuto le pallmettemetterci invece la faccia

  • chiaaa 2 Febbraio 2016 at 9:57

    Purtroppo Azealia è una grandissima ignorante dall’ego spropositato, aggiungerei anche con qualche sospetto di malattia mentale.

    Con un video realizzato col telefonino (212) + diventata il “fenomeno” musicale più chiacchierato dell’underground di quei tempi. L’industria la nota e le permette di fare i capricci e di saltare da un contratto discografico all’altro arrivando fino a quello da 2 (due!) milione di dollari con la Columbia.

    L’eccesso di autostima, la cocaina, l’assenza di una famiglia saggia alle spalle, hanno fatto in modo che autosabotasse il suo debutto facendosi “licenziare” dalla casa discografica prima ancora che l’anticipato album uscisse fuori.

    Ora se non sbaglio è con una indipendente. Il suo cd di debutto ha venduto briciole, ma a quanto pare riesce comunque a vivere di musica.

    Per farsi notare sputa veleno contro tutti perché è piena di rabbia e invidia nei confronti di gente come Rita Ora o Iggy Azzalea che erano allo stesso suo livello (se non più in basso) qualche anno fa e che ora le cagano addosso dall’olimpo del pop.

    Azealia Banks è l’incarnazione umana dei sentimenti dell’invidia, gelosia e rabbia. Avrà anche molto talento, ma è la riprova che se non hai il carattere giusto in quest’industria non vai molto lontano.

  • DilfDilf 2 Febbraio 2016 at 9:54

    intanto in Iowa Trump è rimasto fottuto!

  • TuristaXCaso 2 Febbraio 2016 at 8:42

    Il tono del twit di Azelia era chiaramente polemico, se lo si legge senza comprendere la forzatura e il paradosso, o si è in cattiva fede o non si è molto bravi in inglese.

  • Lady Manufactured 1 Febbraio 2016 at 21:57

    La mia grande amica Azealia