Ian McKellen e il perché dei 49 anni d’attesa prima di fare coming out

Condividi

Ian McKellen gay

Tutta la società all’epoca era contro quelli della mia generazione che facevano coming out, perché l’amore gay era fuorilegge. Quindi, se ogni volta che si hanno rapporti sessuali vieni considerato un criminale, non è propriamente un qualcosa di cui si desidera necessariamente parlare, a meno che tu non sia una persona molto, molto forte e coraggiosa. E io non lo ero, così ho continuato a vivere la mia vita apertamente gay, ma senza mai parlarne‘.
Fino al 1988, in realtà.
Perché fu in quel momento, all’età di 49 anni, che il gigantesco Ian McKellen fece coming out pubblico. Il Parlamento britannico aveva appena proposto un controverso disegno di legge omofobo, e lui, finalmente sicuro tanto come attore quanto come uomo, gettò la maschera. Una scelta quasi pionieristica, perché all’epoca erano rarissimi i coming out nel mondo del cinema, ma che non limitò in alcun modo la carriera di McKellen. Anzi, considerando le due nomination agli Oscar, il Golden Globe vinto e gli iconici ruoli di Gandalf ne Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit e di Magneto nella saga X-Men. Fino all’ultimo splendido Sherlock Holmes.

Autore

Articoli correlati