Azealia Banks senza controllo: comunità gay come il Ku Klux Klan

Condividi

La scorsa settimana IMPAZZITA a bordo di un aereo tanto dall’insultare lo stewart al grido ‘frocio del cazzo’, Azealia Banks è tornata a cinguettare merda nel fine settimana.
La rapper, nell’ultimo anno più volte inciampata su tweet omofobi, ha infatti definito la comunità glbtq come una sorta di KKK bianco. E gay. Con cappe rosa e unicorni.
Secondo la Banks, infatti, è assurdo che noi si possa chiamare una bella donna ‘BITCH’ e lei non possa utilizzare il termine FROCIO.
Qualcuno la interni, per piacere.

Autore

Articoli correlati