Eurovision 2015, edizione anomala tra duetti e ballad

Condividi

19 e 21 maggio, semifinali.
23 maggio, finalissima.
Ci siamo quasi.
L’edizione 2015 dell’Eurovision Song Contest è alle porte e i 3 italiani de Il Volo cominciano a pregustare una possibile vittoria che riporterebbe la manifestazione in Italia 25 anni dopo Toto Cutugno.
Impresa impossibile? Tutt’altro.
Essendo anche quest’anno giurato ‘speciale’ dell’Eurovision Italia WEB Contest 2015, infatti, ho dovuto ascoltare e riascoltare tutti i brani pronti a giocarsi lo scettro della vittoria. E c’è da dire che MAI come quest’anno assisteremo ad un ESC ‘anomalo’.
Perché infarcito di BALLAD e DUETTI.
Le care vecchie trashate dance di una volta si contano sulle dita di una mano, con l’eleganza trionfale di Conchita Wurst che sembrerebbe aver indirizzato tutti i partecipanti a ‘cambiar registro’.
Per questo i pischelli de IL VOLO potrebbero puntare al podio, così come bisognerà fare attenzione all‘omofoba RUSSIA, più movimentata e ‘orecchiabile’ rispetto a buona parte della concorrenza.
Nell’attesa, impossibile perdervi l’orrendo video ufficiale di Chain of Lights, brano targato SAN MARINO cantato dai ‘nostri’ Anita Simoncini & Michele Perniola.
Na cosa orrenda. Le mie preferite? SLOVENIA, ISRAELE, MONTENEGRO e SVEZIA.

Autore

Articoli correlati